Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Cairese va ko e la Genova Calcio raggiunge il primo posto risultati fotogallery

Biancorossi che pareggiano a Pietra Ligure con una grande rimonta dopo un brutto primo tempo

Colpo di scena in Eccellenza con la Cairese che chiude il 2018 con il botto, anzi con il tonfo che arriva a Vado in casa dei rossoblù alla ricerca di nuovi stimoli. I valdesi infatti travolgono i gialloblù con un poker che riapre ancora una volta i giochi per la vittoria del campionato. Cairesi che vanno sotto già all’8° per il gol di Capra, bravo ad anticipare l’uscita del portiere Moraglio. La rete di Alessi su rigore ad un minuto dalla fine è un fuoco di paglia, perché nel secondo tempo i padroni di casa tornano avanti con Donaggio su rigore e due minuti dopo, al 66° Redaelli allunga per il 3-1 che di fatto significa game over. Al 93° ciliegina sulla torta di D’Antoni che arrotonda a 4-1 il secondo ko della capolista.

La sconfitta della Cairese permette alla Genova Calcio di eguagliare i valligiani a quota 29 punti, grazie al pareggio spettacolare giunto nello scontro al vertice con il Pietra Ligure. Ponentini che approcciano nettamente meglio e sfiorano il gol in due occasioni con Zunino e con Baracco, che colpisce anche un palo. Al 28° il meritato gol di Gaglioti con un colpo di testa che anticipa tutti. Il Pietra vola in questo frangente e i genovesi sembrano disorientati e subiscono anche il raddoppio al 44° da Gaggero che su angolo trova impreparato nuovamente la retroguardia biancorossa. Genova Calcio che non c’è e due minuti dopo una punizione di Baracco sembra chiudere i conti con i biancoblù avanti 3-0 alla fine del primo tempo.

Nella ripresa, però la Genova Calcio reagisce e accorcia subito con Camoirano. Al 60° De Martini sfrutta una leggerezza difensiva pietrese e sigla il 3-2. Ora sono gli ospiti a sfruttare il momento buono e Ilardo al 62° piazza il clamoroso 3-3. Da qui le squadre rallentano e alla fine sembrano quasi non volersi far male, ma il Pietra deve rammaricarsi solo con sé stesso per essersi lasciato scappare il primo posto.

Si rilancia la Rivarolese che con l’Albenga deve rimontare, ma alla fine trova tre punti importanti per restare fra le prime. Dopo un primo tempo a reti bianche la ripresa si apre con un tiro di Romei che sembra destinato in fondo al sacco, ma la traversa dice di no. Al 55° gli ingauni vanno in vantaggio con Haidich. L’Albenga gioca bene, ma forse pecca di superficialità e al 78° Napello rimette in parità la gara. Da qui gli avvoltoi attaccano e pareggiano a tre minuti dalla fine con Cartosio che appena entrato incoccia di testa su contropiede. Al 92° completa l’opera Romei che firma il definitivo 3-1.

Un punto che sa di vittoria per l’Alassio che riaggiusta una partita difficile contro la forte Imperia, che passa dopo appena 13 minuti con Laera di testa. Al 45° Oxhallari irrompe su corner e pareggia, ma in avvio di ripresa ancora i nerazzurri letali sotto porta con Cavallone. L’Alassio getta il cuore oltre l’ostacolo e all’87° ancora Oxhallari marca presenza con la doppietta che fa esplodere lo stadio di gioia per un rilancio in chiave salvezza dei gialloneri.

Tre punti pesanti anche per il Baiardo nello scontro diretto con il Molassana. I neroverdi infatti trovano la vittoria grazie alla rete di Battaglia che al 26° si rivela decisivo. Il Baiardo quindi allunga a +5 proprio sul Molassana che termina l’anno terz’ultimo.

Sempre in chiave salvezza è rilevante la vittoria esterna del Rapallo che espugna Busalla grazie all’autorete di Boccardo al 43° e all’incornata di Paparcone di testa che manda sullo 0-2 i rapallesi. Al 73° Moretti la riapre con il gol sugli sviluppi di un calcio di punizione. Tuttavia i busallesi non riescono a raddrizzarla e il Rapallo si porta a casa la posta piena.

Il finale d’anno arride anche alla Sammargheritese che si prende la vittoria nello scontro al vertice basso e permette agli arancioblù di lasciare all’ultimo posto il Valdivara, ora dietro di 4 punti. Prima rete proprio degli ospiti che sfruttano un rigore con Privino per andare in vantaggio al 20°. Il gol tiene poco perché due minuti dopo replica degli spezzini con Naclerio che ribadisce una respinta corta di Canessa su tiro di Sordi.

Samnmargheritesi che non ci stanno e tornano in vantaggio con Maucci su calcio d’angolo. Gol molto contestato dai locali che reclamano per un fallo di mano del difensore. Il Valdivara si innervosisce e favorisce le manovre genovesi e cinque minuti dopo gli arancioblù si guadagnano una punizione che Mehillaj trasforma. Gli ospiti si complicano la vita, però perché un intervento ingenuo e sconsiderato di Virzi costa al centrocampista il rosso. Da qui la Sammargheritese si chiude e copre cercando di difendere il doppio vantaggio. Al 70° Terribile riapre i giochi, almeno virtualmente perché gli ospiti riescono a contenere e si prendono la vittoria. Termina senza reti VentimigliaFinale con i giallorossi che perdono terreno rispetto alle pretendenti alla vittoria.