Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Sestri Levante infligge il primo ko al Lecco. Lavagnese ancora sconfitta risultati

Rossoblù in festa: una vittoria che vale +3 sui cugini bianconeri. Il Ligorna pareggia ancora

Turno infrasettimanale per la Serie D e di conseguenza per le genovesi impegnate nel Girone A. Tre squadre, tre risultati diversi con il Ligorna che torna da Arconate con l’ennesimo pareggio della propria (fin qui) bella stagione con il quinto risultato utile consecutivo che significa comunque il mantenimento del quinto posto, anche se occorre stare attenti sia a chi precede che a chi segue in classifica. In terra lombarda i biancoblù passano in vantaggio al 23° con un gol voluto e un po’ fortunato di Miello che sfrutta un rimpallo favorevole e batte Bolchini. Gioia che dura appena cinque minuti, però perché Sarr la rimette in equilibrio con un potente colpo di testa. I ragazzi di Monteforte sanno di poter vincere la partita, ma nonostante il forcing della ripresa quando non entra, non entra. Lo sa bene Spera che calcia a botta sicura, ma si vede chiudere lo specchio proprio sulla linea. Un punto che comunque fa classifica e soprattutto mantiene imbattuta la squadra di Genova.

Chi invece non era imbattuto, e francamente pareva quasi sconfitto alla partenza, era il Sestri Levante che contro il Lecco, mai sconfitto fin qui in campionato, sembrava una sorta di vittima sacrificale. Mea culpa per tutti coloro che lo credevano, però perché i Corsari con una partita di sofferenza e molta gamba, oltre al cinismo, infliggono il primo ko stagionale ai bluazzurri facendo quindi un favore ai lontani cugini di Sanremo. 

Primo tempo che scorre con le squadre che sbagliano moltissimo e concedono spazi, ma le occasioni vere sono poche. La più lampante capita a Lisai che viene servito in verticale e si ritrova a tu per tu con Adornato, ma in corsa la mette alle stelle clamorosamente. L’esterno lecchese si rifà ad inizio ripresa perché Pedrocchi lo lancia dalla propria metà campo. Lisai salta Adornato in uscita e deposita in rete. Sembra un destino già scritto, ma poco dopo Cuneo si libera e calcia colpendo il palo. Al 70° sale in cattedra l’esperto bomber Croci che si avventa su un pallone che sembra perduto ed in spaccata da due passi piazza il gol dell’1-1. Gli ospiti accusano il colpo e sei minuti dopo ancora Croci lavora un pallone al limite dell’area, elude due avversari e da solo la mette alle spalle del portiere. Al triplice fischio è delirio per i sestrini che si godono una vittoria che dà autostima e fa classifica. 

La vittoria dei rossoblù infatti vale il +3 sui cugini della Lavagnese che ancora una volta quest’anno manca nel momento cruciale ovvero quando occorre vincere le partite, chiudere i conti. Trasferta con il Chieri per i bianconeri che partono malissimo e dopo 5’ sono già sotto per una disattenzione difensiva che permette a Gasparri di siglare l’1-0. I liguri tentano una reazione immediata prendendo il controllo del gioco e sfiorano il gol con Corsini che trova un’ottima risposta di Benini. La pressione Lavagnese aumenta e. Al 27° Fonjock impatta di testa su corner per l’1-1 meritato. 

Nella ripresa ancora levantini in azione con Di Pietro che chiama alla respinta l’estremo difensore. Cambi e falli fanno rallentare la partita che col passare dei minuti si incanala verso un probabile pareggio. Invece prima Gaeta dal limite dell’area lascia partire una stocca imprendibile per Nassano, poi El Khayari reclama per un tocco di braccio su un suo tiro in area. Finisce 2-1 con la Lavagnese che come al solito fa gioco, bel calcio, ma è troppo poco concreta.

Nel prossimo turno trasferta difficile per il Ligorna che dovrà tirare fuori il proprio massimo a Lecco, mentre il Sestri cercherà di andare a battere l’Inveruno per proseguire il momento magico. Per la Lavagnese infine, una partita da non sbagliare in casa con il Borgaro Nobis.