Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Ligorna non sa più vincere e scivola al quinto posto. Il Sestri Levante supera la Lavagnese risultati

I ragazzi di Monteforte trovano il terzo pareggio di fila e perdono un’altra posizione in classifica. I Corsari vincono e scavalcano la Lavagnese, raggiunta due volte a Savona

Tredicesima giornata di campionato in Serie D Girone A, quello in cui sono impegnate Ligorna, Lavagnese e Sestri Levante. Un turno importante quello che inaugura il mese di dicembre perchè se il Ligorna è ormai tornato con i piedi per terra, così come molte altre compagini del girone che al momento devono dare atto a Lecco e Sanremese di avere un passo diverso; le altre due genovesi stanno invece rimontando più o meno rapidamente.

Partendo da chi sta più in alto in classifica, ovvero proprio il Ligorna, il terzo pareggio consecutivo arriva alla fine di una gara giocata a viso aperto contro la Fezzanese sfiorando alla prima occasione il gol con un tiro insidioso, ma impreciso di Spera, sempre pungente nei suoi inserimenti. Sono i verdi spezzini, però ad essere più pericolosi con Bruzzi che chiama alla respinta Luppi, e con l’eterno Baudi che su punizione calcia di poco fuori.

Anche il secondo tempo vede botta e risposta ancora fra Spera che ci prova senza fortuna dal limite, e Baudi la cui punizione viene salvata da Capotos sulla linea. Pari tutto sommato giusto alla fine con i portieri sempre attenti e gli attacchi poco incisivi, sebbene molto attivi. Il Ligorna viene superato anche dal Casale quindi e scivola al quinto posto, piazza più che onorevole, ma che viste le potenzialità del gruppo di Monteforte, lascia un po’ delusi.

Importante l’altro pareggio di giornata ovvero quello della Lavagnese sul complicato campo di Savona. Tanti gli assenti per Tabbiani che deve rinunciare a elementi di spicco come Fonjock, Purro e Bonaventura. Forse proprio lo spirito d’emergenza e di non avere virtualmente nulla da perdere, però ha consentito ai lavagnesi di giocare all’attacco. Basso ed Oneto fanno impazzire i difensori ponentini che faticano a contenere le folate offensive. 

La prima occasione nitida, però è del Savona che poco dopo venti minuti si guadagna un rigore con l’ex di turno Tognoni. Dal dischetto va Piacentini, ma Caruso intuisce e riesce a parare il tiro. Al 40° così la Lavagnese passa in vantaggio sfruttando un calcio d’angolo sul quale interviene Alluci, bravo a girare di testa sul palo lontano ed è 0-1.

Nel secondo tempo si parte su ritmi più lenti, ma al primo attacco gli striscioni pareggiano con Virdis che imbeccato in area non sbaglia ed impatta il parziale. La Lavagnese non demorde e attacca, ma si scopre e rischia molto quando Fenati lascia partire un tiro improvviso e violento che solo la traversa respinge. Si giunge quindi al 76° quando Gnecchi salta un avversario e la mette in area comoda comoda per Oneto che da due passi fa esultare i bianconeri. Vantaggio che dura dieci minuti perché Tognoni è ancora una volta decisivo nell’andare via ai difensori e imbeccare Boilini che è più veloce di tutti e anticipa l’uscita di Caruso deviando in rete. È il gol del definitivo 2-2, che chiude la gara, la quale registra anche il rosso a Fenati per somma di ammonizioni.

Lavagnese felice a metà perché con il pareggio, che alla vigilia poteva considerarsi un buon risultato, arriva il sorpasso dei cugini di Sestri Levante che regolano con un ingelosissimo 2-0 l’Arconatese grazie alle reti di Bergamino nel primo tempo e di Carnicelli ad inizio ripresa. Risultato molto importante per i Corsari che giunge per di più contro una diretta rivale per la salvezza e che permette ai rossoblù di guadagnare ben tre posizioni in classifica.

Nel prossimo turno sarà derby fra Ligorna e Sestri Levante, una partita che si prospetta molto interessante visto quanto fatto dai Corsari nelle ultime apparizioni. Torna al “Riboli” la Lavagnese invece che attende la Fezzanese.