S.egidio

Il 1 gennaio anche a Genova la Marcia della Pace

Giornata pace S. Egidio bagnasco

Genova.  La Siria e l’Iraq. Il Pakistan e la Nigeria. Ma anche le grandi città colpite da una violenza diffusa e il dramma dei profughi in fuga dai conflitti. Saranno tanti i luoghi e le situazioni che verranno ricordati domenica primo gennaio, nella celebrazione con il cardinale Angelo Bagnasco e nella marcia in occasione della Giornata mondiale della Pace che riunirà cristiani e credenti di tutte le religioni, uomini e donne di buona volontà.

Papa Francesco farà risuonare, nel messaggio che verrà proclamato il primo giorno del 2019 da piazza San Pietro, e che ha per tema “La buona politica è al servizio della pace”, la sua visione della pace «come frutto di un grande progetto politico che si fonda sulla responsabilità reciproca e sull’interdipendenza degli esseri umani». Ma anche come «una sfida che chiede di essere accolta giorno dopo giorno», «una conversione del cuore e dell’anima».

Come ogni anno il primo gennaio la Comunità di Sant’Egidio vuole far giungere il suo sostegno al messaggio del Papa e alla sua sollecitudine per la pace nel mondo con manifestazioni e preghiere a Genova, Roma e in oltre 900 città di tutti i continenti. Per  vincere la rassegnazione di fronte alle guerre e al terrore, favorire l’accoglienza e l’integrazione fra i popoli, rendere più umane e vivibili le periferie del mondo.

Più informazioni

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.