Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova Calcio e Rivarolese prendono il comando. Il Rapallo riparte risultati fotogallery

Scalzato il Pietra Ligure, l’Eccellenza torna a parlare genovese

Nuovo cambio al vertice nel campionato di Eccellenza che si sta rivelando sempre più imprevedibile ed equilibrato. Sale al comando la Genova Calcio che supera il Vado con un 3-1 che lascia i rossoblù a metà classifica in una situazione estremamente difficile. Biancorossi che animano la gara con il gol del vantaggio al 13° quando Camoirano scatta in profondità e supera Iliante in uscita con un tiro preciso. Vado che sbanda pericolosamente, sorpreso dall’avvio gagliardo dei genovesi e rischia grosso un minuto dopo quando Ilardo calcia da oltre 20 metri impattando, però solo la traversa. Conclusione pericolosa che fa levare gli applausi dagli spalti.

Vadesi che si vedono in avanti solo al 23° quando Parodi prova di testa senza impensierire Dondero. La Genova Calcio, però è in controllo del gioco e in piaeno recupero trova il raddoppio con Massara che calcia di precisione. 

Nella ripresa il Vado parte forte alla ricerca del pari. Ilardo di testa da due passi viene chiuso dalla reazione felina di Dondero. Al 60° Parodi si presenta tutto solo davanti al portiere viene recuperato in extremis da Buono. Nel momento migliore dei savonesi arriva il tris dei locali con Lepera che pesca un pazzesco incrocio dei pali con un tiro imprevedibile ed improvviso. Gara chiusa che vivrà solo l’emozione del rigore trasformato da Parodi per il 3-1 finale.

Rallenta in Pietra Ligure, il cui primato è durato appena una settimana. Fatale ai biancoblù è stato il pareggio senza reti nel derby con l’Albenga in una partita che vede i pietresi giocare sempre all’attacco, ma senza sfondare. I bianconeri, tuttavia non sono rimasti a guardare, collezionando l’occasione iniziale con Rossi che chiama alla grande respinta Alberico. Il Pietra lamenta poi un rigore non concesso per fallo su Gaggero. Nel secondo tempo squadre bloccate dal maltempo e poco spettacolo. Finisce giustamente in parità una gara povera di occasioni.

Torna in testa, sebbene in coabitazione, la Rivarolese che col minimo scarto batte l’Alassio che rimane al terzultimo posto. La gara si decide nel primo tempo con gli avvoltoi che prendono le misure prima con Mura che calcia a lato, poi con Romei di testa, palla anche stavolta fuori di un soffio. Il gol arriverà al 38° con un’azione ubriacante di Mura che fa fuori mezza difesa giallonera e spiazza Guerrina. Nella ripresa i genovesi mantengono il vantaggio nonostante l’espulsione di Donato. Nel finale, brivido per i giallorossonero quando  Sfinjari calcia a botta sicura, ma il palo salva i genovesi. 

Vola anche la Cairese che travolge il Baiardo per 4-0. Neroverdi sull’ottovolante e dopo la vittoria rumorosa con la Rivarolese di sette giorni fa, oggi è giunta una sconfitta larga e meritata visto che la squadra valligiana ha dominato il campo dal primo minuto e trovato il vantaggio già al 10° con Saviozzi pescato in profondità. 

Il Baiardo reagisce e colpisce una traversa al 30° con Briozzo, ma al 44° arriva il raddoppio ancora con Saviozzi che viene imbeccato a tu per tu con Valenti e non sbaglia. Il secondo legno è di Battaglia al 55°, ma a dispetto dei due pali è sempre la Cairese a spingere e all’85° Dematteis scappa via dribblando mezza difesa e infila Valenti per il 3-0. Al 93° arriva anche il poker ancora con Dematteis per il definitivo 4-0.

Rallenta il Finale che perde terreno rispetto alle prime e pareggia nello scontro diretto con l’Imperia. Gara tutta in salita per i giallorossi che vengono colpiti due volte a distanza ravvicinata. Al 21° Giglio pesca il palo lontano dove non può arrivare Porta. Passano sette minuti e e Castagna raddoppia con una spettacolare rovesciata. 

Il Finale reagisce e trova subito il gol con Vittori che al 30° incoccia una bella palla di Capra. Pari che giunge prima della pausa con Vallerga infine, pescato in profondità e implacabile davanti al portiere.

Fondamentale vittoria per il Rapallo sul Ventimiglia che sta scivolando in classifica, mentre i bianconeri fanno un importante passo in avanti nella ricerca della salvezza. I frontalieri trovano il gol per primi con Galiera che è rapido nel ribadire in rete una punizione respinta da Novarino. Il Rapallo reagisce e al 35° pareggia con Rossi che prima si esibisce in una discesa virtuosa, poi calcia a botta sicura, ma viene chiuso. Sulla respinta nuova conclusione stavolta vincente.

Il Ventimiglia prova a riprendersi la leadership della gara, ma al 45° Bertuccelli in contropiede piazza il gol del sorpasso ruentino. Il Rapallo rafforza il vantaggio nel secondo tempo iniziando all’attacco e segnando il tris con Cupini che in diagonale fredda Scognamiglio. Bianconeri che controllano e non rischiano più nulla nonostante i tentativi dei granata. Nel finale c’è spazio per il gol di Marrale che in tap-in fissa il poker ruentino.

Sempre più in fondo alla classifica resta sempre la Sammargheritese, che dovrà cambiare molto nella pausa per cercare una disperata rincorsa alla salvezza. Contro la Busallese arriva uno 0-2 firmato Compagnone autore di una doppietta su rigore. Gara meritata per i valligiani comunque che fanno un bel passo in avanti in classifica. Termina in parità infine MolassanaValdivara scontro diretto fra concorrenti alla salvezza che lascia tutti scontenti.