Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa, Juric al capolinea, pronto Prandelli risultati fotogallery

In sala stampa si presentano i due rigoristi che hanno fallito: Bessa e Lapadula

Genova. Non passa dalla sala stampa Ivan Juric, ma esce dagli spogliatoi con gli occhi rossi, salutando qualcuno e andando via subito dopo la partita. Ancora nessun comunicato ufficiale, ma è chiaro che la sconfitta ai rigori contro l’Entella è stata fatale per l’allenatore rossoblù. Tre esoneri in tre stagioni, un triste primato.

Il primo nome che circola in sala stampa è quello di Cesare Prandelli. Tra questa notte e domattina se ne saprà sicuramente di più. Chi ci mette la faccia sono proprio i due giocatori che hanno sbagliato i rigori: Bessa e Lapadula.

Lapadula è conscio del momento difficile: “Non è la prima volta che mi capita un momento difficile nella vita, so come se ne esce. Sul rigore sbagliato nel finale: abbiamo fatto un sorteggio e sono uscito io, non era previsto che l’avrei tirato”.

Per il futuro sarà fondamentale ricucire lo strappo con i tifosi: “La maglia l’ho abbracciata al gol – dice Lapadula – oggi mi dispiace per la squadra e mi prendo le mie responsabilità, io ho sbagliato tre occasioni che avrebbero cambiato le sorti della partita. Ora dobbiamo rimanere tutti uniti, anche la tifoseria, so quello che può dare e noi abbiamo bisogno di loro. Ci tenevo molto a regalare una gioia, mi dispiace che sia durata pochi secondi”.

Anche Bessa predica unità e anche lui si prende le colpe: “Oggi non abbiamo fatto la nostra partita, è colpa nostra se l’allenatore viene esonerato, mi spiace e ora dobbiamo andare avanti e metterci energie positive, portare il pubblico dalla nostra parte tornando alla vittoria”.