Quantcast
Lutto

Genoa: è morto Emilio Parodi, storico presidente del club Bonilauri di Sestri Ponente

Un punto di riferimento per tutti i tifosi rossoblù che volevano andare in trasferta in pullman

Emilio Parodi

Genova. È stato un punto di riferimento per i tifosi non solo di Sestri Ponente, ma di tutta la Genova rossoblù. Ieri, in tarda serata, se n’è andato Emilio Parodi, storico presidente del Genoa club Lino Bonilauri di Sestri. Era malato ormai da qualche tempo.

Classe 1932, ha dedicato praticamente tutta la sua vita al club e al Genoa, ma sempre con grande indipendenza e evitando di risultare troppo legato alla Società: “Perché quando vai in trattoria puoi criticare solo se il pranzo te lo paghi, quando te lo offrono diventa difficile”, diceva. Difficile raccontare cos’ha rappresentato Emilio Parodi, per tutti ‘Milio o ‘Miglio (c’erano due diverse scuole di pensiero su come scrivere il suo nomignolo), per i tifosi genoani. Autonomo sino all’ultimo, ma capace di raccogliere attorno a sé centinaia di persone pronte a seguire il Genoa ovunque. Suo il record di diciannove pullman per la trasferta di Firenze nel drammatico spareggio con il Padova. Non è un caso che lo striscione “Sempre presente Genoa club Sestri Ponente” comparisse davvero ovunque il Genoa andasse.

Come dimenticare la macchina da scrivere che ticchettava nel suo “ufficio” per prendere i nominativi per biglietti o abbonamenti, o i fogli scritti a mano per comporre i pullman. Da bastian contrario qual è sempre stato, Emilio Parodi si è sempre avvalso dell’aiuto degli strumenti che lo hanno sempre accompagnato in questo suo cammino da presidente, senza cambiare nonostante l’evoluzione tecnologica. La festa per i 40 anni del club, coincisa con la retrocessione in serie C del Grifone, era stata un successo indimenticabile: una sfilata in via Sestri, culminata con un discorso in una piazza Baracca più piena che in occasione di tante manifestazioni sindacali per il lavoro.

Negli ultimi tempi era diventato più difficile organizzare trasferte, per le difficoltà dovute alla tessera del tifoso che hanno scoraggiato tanti e da poco il Genoa club aveva cambiato sede: da quella storica di via Biancheri a via Vigna, in un locale più raccolto, ma a piano strada. Una storia, quella del Genoa club, iniziata al bar Damonte nel 1965, Parodi aveva contribuito alla fondazione del sodalizio e non ne era più uscito. Sarà tutto più difficile, ora, senza di lui.

(Nella foto di apertura Emilio Parodi sorridente alla partenza per Empoli – Genoa, stagione 2004-05)

Più informazioni