Risorse

Fondi Por Fesr, 6 milioni per l’efficientamento di immobili dell’Università di Genova

Riguarderanno le facoltà e i dipartimenti nei poli di Genova (San Martino, Albaro, Castelletto, Centro Storico, Darsena, via Balbi), di Ventimiglia a villa Hanbury e del campus di Savona

Università, facoltà di Ingegneria a Genova

Genova. La giunta regionale, su proposta dell’assessore allo Sviluppo economico Andrea Benveduti, ha approvato il piano pluriennale degli interventi per la riduzione dei consumi energetici negli edifici dell’Università di Genova.

L’azione rientra nell’ambito dell’asse 4 – energia, azione 4.1.1 del Por Fesr Liguria 2014-2020. “Attraverso il programma comunitario – spiega l’assessore Benveduti – sono assegnati 710 mila euro al piano di investimenti, che coinvolge il patrimonio immobiliare dell’Ateneo genovese, per un ammontare complessivo di circa 6 milioni di euro”.

Il piano riguarda progetti e interventi finalizzati all’efficientamento energetico di 78 immobili dell’Università, localizzati nei comuni di Genova, Savona, Ventimiglia e Santa Margherita Ligure. “L’obiettivo – continua l’assessore Benveduti – è quello di ridurre i consumi e le emissioni inquinanti degli edifici che ospitano diverse funzioni: dalla didattica alla ricerca, fino all’ospitalità degli studenti”.

In particolare gli interventi riguarderanno le facoltà e i dipartimenti nei poli di Genova (San Martino, Albaro, Castelletto, Centro Storico, Darsena, via Balbi), di Ventimiglia a villa Hanbury e del campus di Savona.

Più informazioni

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.