Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Entella, serata magica, Gozzi: “Dopo l’estate travagliata, riconciliati col calcio” fotogallery

Mister e presidente si godono la vittoria e fanno complimenti a tutti

Genova. È arrivato in ritardo al Ferraris, proprio mentre Icardi stava segnando il primo gol di quella che per l’Entella sarà una serata magica, da ricordare. Antonio Gozzi, presidente dell’Entella commenta così la vittoria ai rigori contro il Genoa: “Avevamo un conto aperto con Marassi da una cinquantina d’anni, 47. Dopo un’estate travagliata è stata una serata magica che ci riconcilia col calcio”. Il presidente si riferisce alla sconfitta per 1-0 in serie C, risalente al 1971. Stasera è andata diversamente, con giocatori che hanno disputato meno minuti in questo strano inizio di campionato, ma che si sono fatti trovare prontissimi.

Ora c’è la Roma. Entella novella Alessandria (che arrivò alle semifinali nel 2016 ndr)?  “Sono scaramantico – dice Gozzi – e rispondo no. All’Olimpico ci siamo già stati con la finale Primavera di Coppa Italia. Penso sia un premio per i ragazzi. Credo che giocarci sia un’emozione grandissima. Come ha detto il mister dopo la Salernitana, sarà un premio per i ragazzi. Sarà un altro pezzettino di storia nell’Entella”.

Anche mister Boscaglia si gode questa vittoria storica: “L’avevamo detto che non saremmo venuti a Genova per fare la vittima sacrificale. Oggi abbiamo giocato una partita non solo tecnica ma di cuore e di forza. Pur essendo andati sotto non ci siamo abbattuti. Questa è una serata magica per la città e per i tifosi. Chi non è di Chiavari oggi è contento di aver scritto una pagina di storia”.

Storia fatta anche per esempio con l’esordio di Belli come difensore centrale: “Oggi a pranzo – svela il mister – abbiamo avuto una defezione di Benedetti. Ma tutti hanno fatto bene. Oggi non posso parlare di uno ma della squadra. Anche e sicuramente di chi non è sceso in campo ma anche chi era in tribuna. Oggi è la vittoria della squadra, della società, dello staff e della città”.