Quantcast
17° turno

Empoli-Samp (2-4): la Sampdoria sconfigge avversari e Varrisultati

"Golazos" di Gastón Ramírez, Quagliarella e Caprari (2)

Sampdoria Vs Bologna Serie A

Empoli. È la partita degli ex, quella che va in onda allo stadio Carlo Castellani… sono tali, infatti, i mister Giampaolo e Iachini, come lo sono Saponara e Tonelli da una parte ed Acquah, Silvestre, Capezzi e Rodríguez dall’altra, mentre ha rischiato di esserlo La Gumina e potrebbero diventarlo Bennacer, Zajc e Krunić (ancorché squalificato).

Per non parlare del direttore generale dei toscani, Riccardo Pecini… tanti, dunque, i motivi per porre attenzione ai singoli, oltre che all’andamento del match, diretto da Gianpaolo Calvarese, di Teramo, coadiuvato dagli assistenti Giorgio Peretti di Verona e Vito Mastrodonato di Molfetta e dal quarto ufficiale, Luca Massimi di Termoli, con – al VAR – Juan Luca Sacchi di Macerata e Ciro Carbone di Napoli.
Questi gli schieramenti scelti dai due tecnici:

Empoli (3-5-2): Provedel; Veseli, Silvestre, Rasmussen; Di Lorenzo, Acquah, Bennacer, Traorè, Pasqual; La Gumina, Caputo.
A disposizione: Terracciano, Fulignati, Maietta, Untersee, Antonelli, Brighi, Capezzi, Zajc, Ucan, Mchedlidze, Rodríguez, Mráz.

Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Sala, Tonelli, Andersen, Murru; Praet, Ekdal, Linetty; Ramirez; Defrel, Quagliarella.
A disposizione: Rafael, Belec, Rolando, Ferrari, Leverbe, Colley, Tavares, Vieira, Saponara, Jankto, Caprari, Kownacki.

Dunque, si inizia con Defrel al posto di Caprari… ecco l’unica variante di Giampaolo, rispetto alla sfida col Parma.

Non passano nemmeno tre minuti, che – sotto gli occhi di Roberto Mancini, in tribuna – Quagliarella inzucca di testa un perfetto cross di Murru, ma il goal è annullato, per fuorigioco dello stesso bomber blucerchiato.

Al 9° folle intervento da rigore di Murru, che entra in scivolata su La Gumina, falciandolo in area… Pasqual, non spreca il regalo natalizio e porta l’Empoli sull’1-0… si parte in salita.

Al 15° Quagliarella non trova lo specchio, su un perfetto traversone rasoterra, da destra, di Praet.

Al 17° giallo per Andersen, che ferma fallosamente una ripartenza, in campo aperto, di La Gumina.

Al 20° Tonelli ribatte, col corpo, una pericolosa conclusione di Traorè (che bel prospetto!).

Al 25° Provedel para senza difficoltà un tiro di Quagliarella, su azione susseguente a calcio d’angolo e si ripete al 31°, su Ramirez, che ci prova da lontano.

Al 32° ammonito Acquah.

Al 33° giallo anche a Caputo, per aver concluso a rete, nonostante il precedente fischio dell’arbitro.

La Samp gioca troppo “sul sicuro” e l’Empoli ha tutto il tempo per chiudersi, posizionandosi nella propria metà campo e cercando la ripartenza in contropiede… Insomma, per agguantare il pareggio, ci vuole un colpo di genio individuale ed allora, al 40°, Gastón Ramírez, si mette in proprio e si libera, al limite dell’area, di due avversari, prima di scaricare una bomba all’incrocio dei pali… “Golazo” ed 1-1... si può andare all’intervallo, con maggior serenità di spirito.

Si riprende con una sassata di Linetty al 47°, con nessun blucerchiato pronto a sfruttare la difficoltosa respinta di Provedel.

Al 48° Matias Silvetre chiude un’interessante palla, messa in mezzo dal polacco.

Sul corner, mischia in area, con Silvestre che mette giù Tonelli, mentre sta per battere a rete… l’arbitro fischia il rigore, ma poi viene richiamato dal VAR e ci ripensa… more solito… la Samp non ha grande “fortuna” col VAR...

Al 6O° viene fermato dal segnalinee Quagliarella per un off side millimetrico, mentre Saponara si prepara a dare il cambio a Gastón Ramírez, una sostituzione che avviene al 64°.

Al 66° su punizione di Praet, ponte aereo di Tonelli, ma la rovesciata di Quagliarella è facile da parare per Provedel.

Al 67° Quagliarella, in tuffo, alza sopra la traversa un pallone d’oro crossato da Murru… ma un goleador può sbagliare una volta, non due… e così, al 69°, il bomber sbuca in mezzo, fra Silvestre e Rasmussen e mette dentro, di testa, l’altra pennellata di Murru, che si riscatta, così, anche lui, dall’ingenuità commessa in occasione del penalty empolese.

Al 72° Iachini prova a cambiare l’andamento del match, passando a quattro, in difesa, con l’inserimento del centrocampista Zajc, al posto del difensore centrale Rasmussen.

Al 74°, su punizione dalla trequarti di Sala, Andersen “centra” di testa il corpo del portiere Provedel, che salva i toscani.

Al 75° ancora il VAR in azione… Caputo segna, su imbucata di Traorè… il segnalinee alza la bandierina, ma il VAR condanna ancora la Samp… 2-2 e palla al centro.

All’81° giallo per Ekdal, per fallo su Caputo, il migliore dei toscani.

Dopo il pareggio raggiunto, l’Empoli prova a vincere la partita e Audero è chiamato ad una difficile parata su Traorè. Sul successivo angolo, Veseli spedisce sopra la traversa.

All’83° entrano Caprari per Defrel ed Ucan per Acquah.

All’84° giallo a La Gumina per non essersi fermato, dopo il fischio del direttore di gara.

All’85° esce Linetty ed entra Jankto.

All’87° assist di Saponara per Caprari, che scarica il pallone in rete… Samp in vantaggio (3-2) al Castellani.

All’89° La Gumina chiede un nuovo intervento del VAR, ma questa volta, Calvarese non viene richiamato alla verifica dai suoi collaboratori.

Al 90° cross sbagliato, oppure capolavoro di Caprari? Fatto sta che il neo entrato, da posizione impossibile, mette la palla alla spalle di Provedel il pallone del 4-2.

Al 95°, con decisione ininfluente, il VAR annulla il goal del possibile 3 a 4 di La Gumina, pescato in fuorigioco.

Tre punti importanti.