Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Due medaglie e quattro primati regionali per Alberto Razzetti agli Assoluti invernali

Il portacolori della Genova Nuoto è secondo nei 400 misti e terzo nei 200 misti

Genova. Una medaglia d’argento e una di bronzo per Alberto Razzetti a Riccione in occasione degli Assoluti invernali open.

L’alfiere della Genova Nuoto è secondo nei 400 misti, specialità in cui abbassa il suo primato di quasi due secondi scendendo dal 4’10″35 dei Criteria 2018 a 4’08″43. E’ la settima prestazione di sempre mai nuotata in Italia, oltre a rappresentare il nuovo record regionale assoluto.

Il bronzo nei 200 misti è figlio di una gara iniziata su ritmi altissimi e dall’ottimo livello tecnico. Il crono 1’55”03 rappresenta la quarta prestazione italiana di sempre e comporta un miglioramento del vecchio (1’56”04) record regionale assoluto conseguito meno di un mese da Alberto in occasione del 45° Trofeo Nico Sapio.

Altri due ottimi risultati per Alberto vengono conseguiti nei 100 misti e nei 200 stile libero, conclusi rispettivamente al quinto e settimo posto. Nei 100 misti, il 53″41 vale sia il record personale (53″94) sia nuovo record regionale assoluto sia l’ottava prestazione italiana sulla distanza. Nei 200 stile libero, l’1’45″62 è il nuovo record regionale assoluto, migliore di 55 centesimi rispetto al tempo registrato dal compagno Davide Nardini (1’46″17) al Trofeo Nico Sapio.

Grande soddisfazione per il tecnico Davide Ambrosi anche per la prestazione delle ragazze. Claudia Tarzia, reduce da dodici giorni di stop forzato per una brutta tonsillite nella parte finale della programmazione per gli Assoluti, non sfigura e nuota un 59”54 nei 100 dorso a soli 20 centesimi dal bronzo. Camilla Simicich, la più giovane (classe 2003) della spedizione e matricola per quanto riguarda gli Assoluti Open, ottiene nei 100 dorso un crono che rappresenta il suo primato stagionale e la conferma ai primi posti della graduatoria delle 2003 in ambito nazionale dopo l’argento ai Criteria.

Per Davide Nardini, un quinto (48″06) ed un quattordicesimo (1’47″10) posto rispettivamente nei 100 e 200 stile libero lungo la strada che porta ai Mondiali di Hangzou, competizione per la quale è stato convocato dal Ct Butini per la 4×100 stile libero proprio in ragione del crono (47”73) firmato in finale al Trofeo Nico Sapio.