Idea

Crollo del ponte e crisi economica, Comune potrebbe assumere chi perde lavoro

Grazie ad un emendamento alla legge di stabilità

Apre C.so Perrone dopo il crollo del Ponte Morandi

Genova. “Il Comune di Genova è intenzionato ad aiutare quei lavoratori che dal 15 agosto non ricevono stipendio”. A dirlo l’assessore al Bilancio e al Patrimonio Pietro Piciocchi questa mattina durante una trasmissione televisiva.

Secondo l’assessore, infatti, la giunta comunale vorrebbe far inserire nella legge di stabilità un emedamento per derogare alle leggi in vigore sulle assunzioni nelle partecipate, per assorbire quei 19 lavoratori che stanno perdendo il lavoro a seguito del crollo del Morandi

Piciocchi che chiarisce l’impegno preso dal Comune. “Intendiamo con questo emendamento assorbire, a partire da gennaio, queste persone. È un’iniziativa che abbiamo avanzato per gestire un’emergenza, perché non è ammissibile che questi lavoratori non prendano soldi dal 15 di agosto”.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.