Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Campomorone vince e suona la carica verso Novi risultati

Biancoblù che si impongono con il Torino e chiuderanno l’anno contro la capolista che, però hanno già sconfitto due volte in questa stagione

Una vittoria di misura per le Campomorone Lady di mister Pampolini che superano l’ostacolo Torino con una bella prestazione che va aldilà del risultato statistico. Le biancoblù hanno infatti impostato da subito dominando le avversarie. Torinesi che non riescono quasi mai ad impensierire Denevi estremo difensore ligure. 

Ancora una volta la protagonista di giornata è Caterina Bargi che viene imbeccata da Bettalli, brava a vedere il movimento della punta in profondità e a servirla. Palla controllata dai piedi sapienti della numero 9 che si beve Malosti in uscita e deposita in rete per la gioia delle compagne e dello staff tecnico. Campomoronesi che sfiorano il raddoppio poi con Malatesta, ma il suo tiro viene fermato dalla traversa. Tocca poi a Fallico provare a mettere in sicurezza la gara, ma il portiere locale si oppone e chiude lo specchio. La gara prosegue poi con il Campomorone a gestire, ma a trovare un Toro chiuso e pronto a ripartire, meglio contenere allora e non rischiare nulla. Così arriva il triplice fischio che consente alle liguri di fare un bel salto in classifica raggiungendo il quinto posto. 

Domenica prossima le biancoblù saranno chiamate ad una mezza impresa. Le genovesi infatti saranno di scena allo storico stadio “Girardengo” di Novi Ligure contro la Novese schiacciasassi che fin qui ha fatto filotto: 7 partite su 7 vinte. Ci crede, però il vice presidente Giuseppe Stocchi: “Il valore della Novese è fuor di dubbio, ma noi siamo in un buon momento e possiamo dire la nostra. Andremo in Piemonte per vincere, perché penso che il gruppo sia sempre più coeso e forte e potrà dire la propria nel girone di ritorno. D’altronde le abbiamo già battute due volte in Coppa Italia quindi penso sarà una partita da vivere”.