Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bypass di via Fillak, residenti contrari e lavori rinviati al 2019: ma quando il Morandi sarà demolito la strada sarà un “must”

Via Perlasca, invece, dovrebbe essere pronta entro Natale, assicura il sindaco Bucci

Genova. Dopo la realizzazione di alcuni muri e dell’asfaltatura, dovrebbe poter aprire entro Natale via Perlasca, una delle strade di collegamento tra il centro e la Valpolcevera ancora chiuse per via del crollo di ponte Morandi. Sulla stessa direttrice, però, non sarà realizzato – sempre che sia realizzato – prima di gennaio o addirittura febbraio il bypass di via Walter Fillak, la via che passa esattamente sotto la pila di 10 di ponte Morandi.

A fornire questo nuovo “timing” è direttamente il sindaco Marco Bucci, che spiega: “Le cose sono un po’ complicate, su quel fronte, perché abbiamo un problema con i residenti che non gradirebbero il passaggio di autobus o altri mezzi pesanti sotto le case, quindi dobbiamo ancora risolvere una questione tecnica”.

L’ipotesi allo studio degli uffici tecnici comunali prevede il passaggio sia su strade esistenti sia su un percorso di nuova realizzazione. Il bypass dovrebbe entrare sul lato nord di via Fillak, poi entrare su via Campi, proseguire su una strada che bisognerà costruire parallelamente alla linea ferroviaria per poi rientrare su via Capello e via Fillak con una curva a 90 gradi.

Il futuro di quest’area è tutto da definirsi: case e attività commerciali potranno essere interferite dai cantieri per la demolizione e ricostruzione e, a questo proposito, è chiaro che l’apertura del bypass di via Fillak sarà qualcosa a cui l’amministrazione non potrà rinunciare.

Sul documento delle specifiche tecniche richieste alle aziende che dovevano presentare i progetti per la demolizione c’è scritto che “Nel corso dei lavori andrà garantita la viabilità ordinaria sull’asse nord sud di almeno 2 strade cittadine”. Quindi, nel momento in cui sarà “smontato” il moncone ovest (senza esplosivi, ma con modalità meccanica) e quindi saranno chiuse nuovamente corso Perrone e/o via 30 Giugno, sarà necessario avere a disposizione, sull’altra sponda del Polcevera, via Perlasca e un’altra strada, presumibilmente il bypass.

Sempre secondo Bucci, i lavori di demolizione sul lato est di ponte Morandi, prenderanno il via attorno al mese di marzo 2019. A quel punto, saranno le strade di sponda destra del torrente a essere fondamentali.