Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

8 milioni per le imprese liguri per la riqualificazione energetica

Costi (Confartigianato Liguria): "Una boccata d’ossigeno per il settore costruzioni e un’opportunità per tutte le imprese"

Più informazioni su

Genova. «Una boccata d’ossigeno per le nostre imprese del settore costruzioni e un’opportunità per tutte le imprese liguri, con una particolare attenzione per quelle di micro dimensioni». È questo il commento di Luca Costi, segretario regionale di Confartigianato Liguria alla recente approvazione da parte della giunta regionale della Liguria, su proposta dell’assessore allo Sviluppo economico Andrea Benveduti, del bando da 8 milioni di euro a sostegno delle micro, piccole e medie imprese liguri per interventi di efficientamento energetico sugli impianti e sulle strutture produttive”.

L’azione rientra nell’ambito dell’asse 4 – Energia, azione 4.2.1 del Por Fesr Liguria 2014-2020. Il bando prevede un contributo sull’80% della spesa ammissibile, in parte con contributo in conto capitale e per
l’altra parte tramite un prestito rimborsabile con tasso allo 0,5%.

Un incentivo agli interventi sugli impianti e sulle strutture produttive per un efficientamento energetico, testimoniato da una “diagnosi energetica”, dai “cappotti” alle caldaie, dai serramenti all’utilizzo di fonti rinnovabili. La diagnosi energetica e la garanzia, erogata anche dal confidi Confart, saranno finanziabili. Il bando prevede l’erogazione tramite una graduatoria legata al maggior risparmio, con un investimento minimo di 25 mila euro e una riserva del 40% per le micro imprese.

«Ringraziamo l’assessore Benveduti – conclude Costi – per aver accolto la nostra proposta di favorire le micro imprese, con un investimento minimo relativamente basso e con la riserva destinata a loro. Visto che il bando partirà nei primi mesi del 2019, invitiamo fin da subito tutte le imprese liguri a rivolgersi alle nostre sedi per verificare la fattibilità e impostare correttamente la domanda di contributo on line».