Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Voragine sull’Aurelia a Voltri, strada chiusa tra Genova e Arenzano. Domattina al via i lavori

La carreggiata è stata erosa da sotto dalle onde del mare, il maltempo del 29 ottobre ha dato il colpo di grazia. Concesso solo un passaggio pedonale

Più informazioni su

Genova. Si profilano giorni di passione per i pendolari del ponente genovese: l’Aurelia tra Voltri e Arenzano resterà chiusa fino a quando i lavori di messa in sicurezza della carreggiata non saranno conclusi. Sulla corsia a mare della strada, in via Rubens, all’altezza del civico 18, si è aperta una voragine già esistente da qualche giorno. Chiusura quindi sicuramente questa notte e, da valutare, nei prossimi giorni.

Intorno alle 14 di oggi la decisione della polizia municipale di interrompere la circolazione in entrambe le direzione. “La voragine è più estesa del previsto anche sotto l’asfalto – dice l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Genova Paolo Fanghella – e interessa anche la corsia a monte, è molto rischioso passarci sopra e forse sostare anche nelle vicinanze, abbiamo concesso appena qualche centimetro di passaggio pedonale per raggiungere le case vicine”.

Già da alcuni giorni, sullo stesso tratto di strada, era stato istituito un senso unico alternato regolato da un impianto semaforico. “Dal buco si vede il mare – continua Fanghella – questo per spiegare quanto sia grave la situazione, ma siamo giù pronti a intervenire in urgenza, i cantieri saranno avviati domattina”.

voragine via rubens aurelia voltri

Al momento dunque, l’unica via di collegamento tra il ponente e Genova è l’autostrada A10 (dove oggi si sono già registrate forti code a causa di un incidente e dove anche nelle ore di punta potrebbero verificarsi rallentamenti e ingorghi). Le istituzioni, se il problema si prolungasse a lungo, potrebbero valutare la richiesta di rimborso temporaneo del pedaggio per chi si trovi a percorrere la tratta Arenzano-Voltri da pendolare. L’invito ai cittadini è per ora quello di utilizzare i mezzi pubblici, in particolare il treno, anche per evitare di intasare i percorsi.