Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Treni, ancora un lunedì mattina di ritardi per i pendolari del levante. Boitano: “Regione ponga fine a disservizio”

Il contratto di servizio con Trenitalia, se lo standard minino di servizio non viene rispettato, prevede un bonus del 10% per gli abbonati

Genova. “Prima il deragliamento del convoglio merci a Rapallo, poi il maltempo, purtroppo per i pendolari che adoperano il treno, soprattutto sulla tratta Genova – La Spezia, i problemi non sono ancora finiti, già stamani si registrano ritardi e cancellazioni”. Il consigliere regionale Giovanni Boitano segnala gli ennesimi disservizi, in un lunedì non certo drammatico per i ritardi, ma che forse fa i conti con un clima di esasperazione.

“Da ormai oltre dieci giorni sembra di essere tornati in estate quando a seguito dei lavori in corso lungo la linea ferroviaria tra le stazioni di Genova Sturla e Genova Quarto ritardi e soppressione treni erano all’ordine del giorno – dice Boitano – l’indice di affidabilità del servizio regionale purtroppo è molto scarso, il contratto di servizio tra la Regione Liguria e Trenitalia, se lo standard minino di servizio non viene rispettato, prevede un bonus del 10% per gli abbonati al momento dell’acquisto nel mese successivo che però non ripaga lavoratori e studenti dei disagi subiti”.

Il consigliere regionale della lista Noi Con Paita chiede all’assessore regionale ai Trasporti Berrino “che ben conosce la situazione di attivarsi nei confronti di Trenitalia per porre fine ad un disservizio diventato ormai una costante”.