Dopo la mareggiata

Tigullio, interventi no stop. Disostruita foce San Francesco, spola sanitaria per Portofino

Si lavora incessantemente per rimediare ai danni subiti

Genova. Continuano senza sosta gli interventi di ripristino dopo la mareggiata di lunedì notte. In nottata, infatti, è stata disostruita la foce del San Francesco a Rapallo, “bloccata” da detriti ma soprattutto da imbarcazioni incastrate.

Proseguono intanto gli interventi e i presidi dei tanti volontari della Protezione civile presenti sul posto: a Santa Margherita arrivati i bobcat, idrovore e moto pompe per rimuovere fango e allagamenti. A Portofino, invece, saranno presenti 10 volontari che raggiungeranno la località su un’imbarcazione della Guardia Costiera.

Inoltre da due giorni una squadra provvede al trasporto del personale sanitario del 118 distaccato h24 a Portofino, tramite la strada sterrata che passa da Portofino Vetta, Pietre Strette, Olmi e Portofino Mare. La stessa squadra è già intervenuta più volte per ripristinare la strada, unica via di comunicazione terrestre per raggiungere la località, a causa della continua caduta di alberi che ne impediscono il transito.

leggi anche
torrente sturla vegetazione e vipera
Pianificazione
Portofino isolata e senza gas, lunedì riunione in prefettura per la ricostruzione della strada distrutta dalle onde