Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Terzo valico, si dimette la commissario Jolanda Romano. Secondo addio in pochi giorni, tensione con il M5S

Ed era ancora fresco l'annuncio del decadimento anticipato del commissario di Cociv Rettighieri

Genova. Due giorni fa la notizia dell’addio anticipato del commissario di Cociv Marco Rettighieri, voluto con un mese di anticipo sulla scadenza naturale del mandato dal governo e in particolare dal ministero dei Trasporti, retto dal pentastellato Danilo Toninelli.

Oggi è lo stesso Mit ad annunciare con una nota le dimissioni anche della commissario Iolanda Romano: “Il commissario di governo per la realizzazione del Terzo valico dei Giovi, Iolanda Romano – si legge – ha rassegnato le dimissioni dal suo incarico. Romano ha contestualmente lasciato anche la posizione in seno all’osservatorio ambientale della medesima infrastruttura. Il Mit la ringrazia per l’impegno profuso nel ruolo dal 2015 ad oggi. Il Governo sta valutando le soluzioni per il successore, la cui scelta avverrà in tempi brevi”.

Verosimile che legate alle dimissioni ci siano le tensioni tra chi sta lavorando ai cantieri dell’alta velocità e chi invece quei cantieri vorrebbe stopparli o quanto meno rivalutarli. Due giorni fa, appunto, il governo aveva fatto decadere Marco Rettighieri, già impegnato sulla Tav Torino-Lione e sull’Expo di Milano, e che nel 2016 era stato per sette mesi direttore generale dell’Atac, il servizio di trasporto pubblico di Roma, nominato dal commissario prefettizio Tronca, prima di rassegnare le dimissioni in aperta polemica con la sindaca M5S Vittoria Raggi.

Rettighieri era stato nominato commissario del Cociv a marzo 2017 quando due inchieste avevano portato in carcere per corruzione i vertici del consorzio.

A questo punto non sembra un caso che questa mattina il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, con un video casalingo su Facebook, fosse tornato a parlare di grandi opere.