Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Spaccio: due arresti in via Prè e ai giardini di Villa Scassi

Nel caso di via Prè la droga era nascosta in un cassonetto della spazzatura

Genova. Altri due colpi al piccolo spaccio in due diverse zone di Genova messi a segno dalla polizia di Stato. Mercoledì scorso, intorno alle 22.30, i poliziotti del Commissariato Prè, impegnati in un servizio mirato al contrasto dello spaccio di droga nel centro storico, hanno arrestato un cittadino di origini senegalesi di 19 anni pregiudicato per reati specifici.

L’uomo è stato notato dagli agenti occultare all’interno di un contenitore dell’immondizia un sacchetto bianco, per poi fare da spola tra lo stesso bidone e i vicoli vicini in cui è stato visto appartarsi con alcuni soggetti. Sospettando che si trattasse di uno scambio di droga, gli operatori hanno immediatamente bloccato il giovane, peraltro conosciuto poiché tratto in arresto lo scorso marzo per il medesimo reato, e lo hanno trovato in possesso di 15,07 grammi di hashish, di un cutter e di un rotolo di pellicola in cellophane. Recuperato anche il sacchetto nascosto nel bidone, è risultato contenere 61 confezioni di stupefacente per un peso complessivo di oltre 54 grammi tra derivati della cannabis, della cocaina e degli oppiacei. Al 19enne sono stati anche sequestrati 30 euro in banconote di piccolo taglio, probabile provento dell’attività illecita.

Considerato l’ingente quantitativo dello stupefacente sequestrato (circa 70 grammi), la misura dell’obbligo di dimora e di firma a cui era sottoposto ed il fatto che non avesse una dimora stabile, i poliziotti lo hanno tratto in arresto e associato presso il carcere di Marassi a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Nel tardo pomeriggio invece, è stato arrestato ieri sera un 21enne ucraino per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

I poliziotti del commissariato cornigliano stavano effettuando una pattuglia appiedata all’interno dei giardini di Villa Scassi, luogo segnalato come zona di spaccio e consumo di droga.

Durante il servizio hanno controllato due giovani, uno dei quali, pensando di non essere visto, ha fatto cadere dalla tasca posteriore dei pantaloni un piccolo astuccio che, una volta recuperato, ha permesso il rinvenimento di 13 dosi di hashish già pronte per la vendita.

Nel domicilio del giovane sono state recuperate altre 14 dosi della stessa sostanza e un pezzo più grosso ancora da tagliare oltre che materiale per il confezionamento. In totale si è proceduto al sequestro di 45 grammi di hashish.

L’uomo, incensurato e in regola sul territorio nazionale, sarà processato questa mattina con rito direttissimo.