Quantcast
Problema

Sfratto in vista per il parcheggio dei tir a Campi, l’allarme di Usb: “Camionisti costretti a sostare in Piemonte”

"Sarebbe un ulteriore danno alla cittàae alla sua economia - dicono dal sindacato - impensabile per i lavoratori sopportare uno spostamento di sede di oltre 70 chilometri da percorrere andata e ritorno giornalmente"

Genova. Il sindacato USB Lavoro privato – federazione Liguria manifesta massima preoccupazione per l’incertezza dovuto allo sfratto del parcheggio dei mezzi pesanti in città. “Apprendiamo che la struttura di Campi, adiacente all’area Ikea e a ridosso del ponte Morandi, ora utilizzata a parcheggio e che dovrebbe essere attrezzata adeguatamente è gravata da sfratto”.

In pratica questo costringerebbe le società di trasporto a rinunciare a un’adeguata area di ricovero dei mezzi pesanti in sosta e a spostarsi verso il tortonese o l’alessandrino con un danno a tutti coloro che lavorano in queste società e risiedono a Genova o nei comuni limitrofi.

“Sarebbe un ulteriore danno alla città di Genova e alla sua economia – dicono dall’Usb – sarebbe impensabile per i lavoratori sopportare uno spostamento di sede di oltre 70 chilometri da percorrere andata e ritorno giornalmente”.

USB chiede a Comune di Genova e a Regione Liguria di scegliere l’area più idonea creando un autoparco dedicato al ricovero sicuro dei mezzi pesanti e alla dignità dei Lavoratori dotandola delle strutture necessarie di servizio alla persona. Segnalando che manca anche un ricovero per parcheggi temporanei come da normativa europea ed oggetto di un richiamo proprio negli ultimi giorni. “USB Liguria metterà in essere tutte la azioni necessarie per tutelare i lavoratori interessati da questo problema”.

Più informazioni
leggi anche
  • Soluzione
    A Cornigliano i tir sfrattati dal cantiere del nuovo ponte, maxi parcheggio dietro Villa Bombrini