Pallanuoto

Serie A1, Savona indigesta per il Bogliasco: il derby è biancorosso fotogallery risultati

I biancazzurri riemergono fino al 4 pari, ma alla fine devono arrendersi alla sfuriata dei locali

Savona. Va al Savona il derby della sesta giornata di Serie A1. Alla Zanelli, il Bogliasco Bene disputa una buona gara ma alla fine deve chinare la testa, arrendendosi 8 a 6.

Si gioca davanti a circa trecento spettatori con una quindicina di ultras ospiti che fin dall’inizio incitano la squadra con cori e tamburi.

Il risultato si sblocca dopo 5’36”: superiorità, palla da Vuskovic ad Ettore Novara che da distanza ravvicinata trafigge Prian. A 2’19” va nel pozzetto Caldieri; Magalotti chiama time-out e l’azione dopo un lungo giro palla termina col tiro a lato di Di Somma.

Prian ci mette la mano su un tiro a botta sicura di Patchaliev. La Rari difende bene e Angelini chiama a raccolta i suoi per l’ultima azione d’attacco su cui il tiro di Milakovic è respinto. Il primo tempo termina 1 a 0, con i biancorossi bravi a sfruttare l’unica occasione con l’uomo in più.

Nel secondo tempo dopo 1’18” con l’uomo in più un potente destro di Vuskovic da posizione centrale sigla il 2 a 0. Fallo grave di Fracas e la Rari colpisce ancora: Ettore Novara si prende l’incombenza, palo interno e gol.

Gli ospiti si sbloccano a 4’30” con Mario Guidi, con Ettore Novara espulso. Nell’occasione cartellino giallo ad Angelini. La Rari fallisce un’occasione con Sadovyy nel pozzetto e viene punita a 2’10” da metà gara dalla rete di Lanzoni; primo gol a uomini pari della partita.

A metà partita i locali sono in vantaggio per 3 a 2. Nel terzo tempo la palla al centro è savonese e dopo soli 23″ c’è la rete del più 2 di Ettore Novara. Immediata la replica bogliaschina con Lanzoni per il 4-3.

A 5’57” Fracas sorprende Soro e mette in rete il pallone del 4 pari. Prian si oppone a Patchaliev, poi la difesa ospite resiste con l’uomo in meno. Errori in fase di attacco da ambo le parti, ed un super Soro dice no ai tentativi ravvicinati di Mario Guidi e Lanzoni. Palo e portiere fermano Piombo con l’uomo in più; Soro fa lo stesso sulla superiorità ospite. A 7″ dalla pausa un missile da posizione centrale di Lorenzo Bianco in superiorità riporta Savona in vantaggio.

Quarto tempo, 1’19” e Vuskovic da posizione uno batte Prian per il 6 a 4. Lo stesso montenegrino incendia la piscina con una gran conclusione che a 5’59” sigla un più 3 che sa di liberazione. Poi tocca a Piombo scrivere il proprio nome tra i marcatori: pugni al cielo e la vittoria è cosa fatta. Al Bogliasco resta il tifo degli encomiabili Irriducibili, ma non c’è più la forza di reagire. I gol di Ravina e Lanzoni rendono meno pesante il passivo a risultato ormai acquisito.

Finisce 8 a 6 e la Rari Nantes Savona può festeggiare la terza vittoria in un inizio di campionato che sta regalando grosse soddisfazioni ai biancorossi. Bogliasco ancora da rivedere, al di sotto delle attese.

Abbiamo pagato tanto la differenza realizzativa in superiorità – spiega Daniele Magalotti – con loro che sono stati molto bravi ad uomo in più e noi non altrettanto. A livello difensivo siamo andati nel complesso bene, non concedendo gol stupidi. Ma davanti abbiamo fatto davvero male, portando troppo pochi pericoli al loro portiere. Dobbiamo lavorare per cercare di essere più pratici e meno sognatori. E’ sempre più probabile il fatto che fino alla fine lotteremo per la salvezza e che quanto stiamo facendo non è abbastanza”.

Il tabellino:
Carige Rari Nantes Savona – Bogliasco Bene 8-6
(Parziali: 1-0, 2-2, 2-2, 3-2)
Carige Rari Nantes Savona: Soro, Patchaliev, Caldieri, Vuskovic 3, L. Bianco 1, Corio, Piombo 1, Milakovic, Ricci, G. Novara, E. Novara 3, Boggiano, Missiroli. All. Alberto Angelini
Bogliasco Bene: Prian, Ferrero, Di Somma, Fracas 1, Lanzoni 3, Ravina 1, Gambacorta, Monari, M. Guidi 1, G. Guidi, Puccio, Sadovyy, Di Donna. All. Daniele Magalotti
Arbitri: Alessandro Severo (Roma) e Massimo Calabrò (Macerata). Delegato Fin: Carlo Salino (Albisola Superiore)
Note. Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Savona 5 su 9, Bogliasco 3 su 11.