Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sentenza due madri per una bimba, Comune Genova ricorre. Possibile: “Bucci ideologico e omofobo”

Sostiene mobilitazioni promosse dal Coordinamento Liguria Rainbow nei prossimi giorni e sarà a Roma domani a fianco di Non Una di Meno.

Più informazioni su

Genova. “Il superiore interesse del minore” è il motivo per cui il tribunale di Genova ha ordinato la registrazione di entrambe le mamme nell’atto di nascita di una bambina genovese, figlia di due donne lesbiche. Il Comune di Genova ha deciso di opporsi. “Il sindaco Marco Bucci si era presentato alla città come moderno e liberale, il manager che arrivava dagli States – scrive Possibile Lgbt+ – dopo il patrocinio negato al Liguria Pride lo scorso giugno getta definitivamente la maschera. L’amministrazione Genovese a trazione leghista sceglie un approccio ideologico e omofobico”.

Secondo la divisione del partito fondato da Pippo Civati “c’è una strategia nazionale contro i diritti delle donne e delle persone LGBTI+ che oggi è sostenuta dalla maggioranza di governo, che esprime il ministro Fontana, spinge all’approvazione del DDL Pillon e fa tappa anche a Genova”.

“Le famiglie sono tante, diverse tra loro, tutte uniche – dichiara Gianmarco Capogna, portavoce nazionale diPossibile LGBT+ – A tutte loro vanno riconosciuti ed assicurati stessi diritti, stessi doveri ma soprattutto stessa dignità. Per questo, a Genova ed in tutta Italia, siamo a fianco delle famiglie arcobaleno”.

Possibile sostiene mobilitazioni promosse dal Coordinamento Liguria Rainbow nei prossimi giorni e sarà a Roma domani a fianco di Non Una di Meno.