Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

San Fruttuoso, si impicca nella sala slot che aveva appena preso in gestione

Le indagini affidate al commissariato di San Fruttuoso. Forse problemi economici all'origine del gesto. Lite tra famiglie davanti al morto

Più informazioni su

Genova. “Scusatemi di tutto ma non ce la faccio più a vivere così”. Ha lasciato un biglietto di poche righe il 34enne che questa mattina si è impiccato nella sala slot, che aveva appena preso in gestione, in via Manuzio a San Fruttuoso.

L’uomo, sposato e con quattro figli piccoli, ha deciso di farla finita per ragioni su cui i poliziotti del commissariato di San Fruttuoso coordinati dalla dirigente Maria Teresa Canessa, stanno svolgendo alcune indagini.

Il telefono dell’uomo è stato sequestrato, cosi come il biglietto. Sul posto questa mattina sono arrivati i parenti del ragazzo e i parenti della moglie: si è creata una situazione di grande tensione che ha portato all’intervento sul posto di diverse volanti della polizia per riportare la calma. L’ipotesi al momento più accreditata è che all’origine del tragico gesto ci siano problemi economici uniti a tensioni famigliari. L’uomo in precedenza aveva una sala giochi a Molassana e con la famiglia era conosciuta perché gestiva alcune giostre a Molassana.