Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rugby: l’Accademia Ivan Francescato passa a Recco risultati

I biancocelesti pagano tre mete subite nel giro di soli sei minuti in avvio di gara

Recco. Nulla da fare per la Tossini Pro Recco Rugby, che incamera la terza sconfitta in quattro giornate disputate finora, seconda consecutiva e prima in casa.

Stavolta, a fare la parte del leone, è stata la squadra dell’Accademia Ivan Francescato che si è imposta al Carlo Androne per 39-27, archiviando la vittoria già nella prima frazione di gioco, raggiungendo il bonus prima dell’intervallo. Un uno-due che ha letteralmente frastornato i ragazzi di coach McLean, costringendoli ad una rincorsa che, nonostante un inseguimento che aveva ad un certo punto riportato lo svantaggio a soli 7 punti, non è riuscita. Alla fine degli ottanta minuti, i padroni di casa escono dal campo solamente con un punto di bonus offensivo.

Il black out del primo tempo, che ha portato a quattro mete avversarie di cui tre in soli sei minuti, sarà di certo uno degli elementi da mettere a fuoco da parte di coach McLean e dei ragazzi. “Sono deluso non solo per il risultato, ma soprattutto per come abbiamo gestito questa partita nei primi quaranta minuti: in campo siamo stati più spettatori che giocatori – non nasconde il tecnico neozelandese -. È venuta a mancare anche la pressione in difesa e l’Accademia, in pratica, ha fatto tutto quel che ha voluto senza incontrare ostacoli; quando avevamo il pallone, i nostri avversari hanno fatto quel che avremmo dovuto fare noi, ossia, metterci sotto pressione. Abbiamo provato a reagire, ma ogni volta che riuscivamo a segnare e ad avvicinarci nel punteggio, loro subito mettevano ancora punti sul tabellino e il distacco è rimasto comunque troppo largo da poter essere colmato. Non posso non fare i complimenti alla squadra federale, che ha una bella linea dei trequarti, mentre ha una mischia molto giovane e, infatti, se devo salvare qualcosa, salvo il lavoro che abbiamo fatto con gli avanti e in touche, che ha fruttato anche una meta di punizione a nostro favore. Peccato non essere riusciti a concretizzarlo. C’è ancora molto da fare e da mettere a posto in questa squadra e, per fortuna, adesso avremo tre settimane di pausa che ci serviranno per tenere saldo il gruppo, fissare un nuovo punto di partenza e preparare al meglio la partita con i Lyons, che non sarà di certo tra le più semplici. Sarà un match importante, non tanto per il risultato, quanto per riuscire ad esprimere al meglio il nostro gioco”.

Almeno un paio di buone notizie sono venute dai più giovani in campo: Lorenzo Romano, ala classe 2000, ha messo a segno la quarta meta in campionato e si è registrato l’esordio in Serie A di Bladi Armijos, Squaletto e mediano di mischia del 2001.

Per gli Squali sono andati in meta Mirko Monfrino, nominato anche migliore in campo tra i biancocelesti, il pilone Actis e Lorenzo Romano, più una meta di punizione conquistata dal pacchetto di mischia. Completano il punteggio un calcio di punizione ed una trasformazione di Agniel. Per gli accademici, sugli scudi il man of the match Mastandrea, autore di tre mete, due le marcature per Moscardi, una per il tallonatore Lucchesi, tre trasformazioni e un calcio piazzato per il numero 10 Garbisi .

Il campionato di Serie A si ferma ora per tre turni, come sempre: il 10, 17 e 24 novembre la Nazionale giocherà i test match della finestra internazionale autunnale. Si tornerà in campo domenica 2 dicembre e i recchelini saranno attesi dalla trasferta più dura, quella sul campo dei Lyons Piacenza, capolista finora indiscussa del girone 1.

Il tabellino:
Tossini Pro Recco Rugby – Accademia Ivan Francescato 27-39 (p.t. 10-24) (punti 1-5)
Tossini Pro Recco Rugby: Gaggero, Romano L., Panetti M. (66° Tagliavini J.D.), Becerra (55° Torchia), Monfrino Ma., Agniel, Tagliavini L., Regestro (76° Chtaibi), Rosa (37° Canoppia), Monfrino Mi., Metaliaj (34° Nese), Leung Wai, Corbetta, Noto (71° Bedocchi), Actis. All. McLean.
Accademia Ivan Francescato: Trulla (58° Petrozzi), Mastandrea (73° Bientinesi), Moscardi, Zaridze, Mba, Garbisi, Jelic (58° Peruzzo), Maurizi, Butturini, Taddia, Zambonin (76° Lawrence), Stoian, Michelini (55° Steolo), Lucchesi (49° Marinello), Drudi. All. Moretti.
Marcature: p.t. 6° cp Agniel (3-0), 12° m Lucchesi tr. Garbisi (3-7), 16° m Mastandrea (3-12), 18° m Moscardi tr Garbisi (3-19), 32° m Mastandrea (3-24), 39° m Monfrino Mi. tr Agniel (10-24); s.t. 8° m Actis tr Agniel (15-24), 13° m Mastandrea (15-29), 21° m di pun Recco (22-29), 26° cp Garbisi (22-32), 30° m Moscardi tr Garbisi (22-39), 39° m Romano L. (27-39).
Arbitro: Angelucci (Livorno). Assistenti: Giovanelli e Kamily.
Cartellini: nessuno.
Calciatori: Agniel (R) 2 su 5; Garbisi (A) 4 su 7.
Man of the match: Mastandrea (A).