Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rimontato e sconfitto a Chievo: ancora un KO per il Genoa primavera

Gara coraggiosa e corposa per il Genoa, a lungo vicino alla rete e passato anche in vantaggio: ma il Chievo punisce con durezza e vince

Genova. Genoa rimontato, sconfitto e surclassato dai pari età del Chievo: la nona giornata, dopo la pausa, vede ripartire il campionato dei rossoblù con un altro KO.

Sabatini manda in campo Russo, Piccardo, Bellich, Zanoli, Da Cunha, Zvekanov, Karic, Masini, Bianchi, Szabo, Candela. Il Chievo di Mandelli è schierato con Caprile, Pavlev, Ndrecka, Karamoko, Kaleba, Soragna, Juwara, Zuelli, Rovaglia, Vignato, Bertagnoli. Dirige Bitonti di Bologna.

La gara inizia con il Genoa in avanti, subito pericoloso. Bianchi manda in rete al 4′, ma il pallone era uscito in precedenza e l’arbitro fa riprende con un calcio di rinvio. Nella prima mezz’ora numerosi i rovesciamenti di fronte, ma risultato bloccato. Un’ammonizione per parte, a calmare gli animi troppo agonistici.

La prima frazione si chiude con due interventi di Caprile che negano la rete ai Grifoncini. Si riprende con il Chievo vicinissimo al vantaggio: al 46′ Russo respinge un destro di Juwara, tre minuti dopo di nuovo Juwara incorna e impegna nuovamente l’estremo difensore rossoblù.

Cambia tutto al 62′: Szabo trova spazio, salta e colpisce di testa, superando Caprile. 0-1. Vantaggio meritato, che arriva però proprio mentre il Chievo si stava facendo avanti. Il Genoa ha vita dura e la gara è ben lontana dalla chiusura.

Passano solo sette minuti e il Chievo realizza la reazione: Kaleba batte Russo in un’azione confusa in area, siglando il pareggio. La gara si riapre.

Russo e Caprile sono chiamati più volte in causa nei minuti successivi: al 79′, però, Vignato calcia da distante e manda in vantaggio i padroni di casa. Il Genoa cerca la risposta: importante uscire dal campo di Sommacampagna con almeno un punto, ma il Chievo regge. Negli ultimi quattro minuti, in pieno recupero, prima Tuzzo, poi Rovaglia arrotondano il punteggio. Si chiude così 4-1 per i veneti, un risultato anche troppo sbilanciato per la natura della gara.

Vittoria sostanzialmente meritata, ma Genoa eccessivamente punito da questo risultato. La classifica dei rossoblù rimane complicata e pericolante, nelle prossime gare servirà qualcosa di più.