Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il 117esimo derby Genoa-Samp finisce 1 a 1. Juric espulso per proteste risultati

In rete Quagliarella e Piatek

Più informazioni su

Genova. 76esimo minuto del secondo tempo. Juric espulso per proteste. Fine primo tempo. Genoa – Sampdoria 1 a 1, reti di Quagliarella all’8° minuto, rigore di Piatek al 17esimo.

Quell’immagine l’abbiamo vista e rivista per settimane. Un tifoso del Genoa e uno della Sampdoria che si abbracciano simbolicamente a unire i monconi del ponte Morandi crollato. Ci ha fatto emozionare e inorgoglire, quell’immagine, ideata dall’artista Gotcen Eke e diventata virale . Ma questa sera, allo stadio Luigi Ferraris diciamoci la verità: non ci saranno abbracci tra chi porta al collo i colori rossoblù e chi la sciarpa blucerchiata. Il derby è il derby, e anche questo – numero 117 – che è il primo dopo la tragedia di ponte Morandi, è una sfida da vincere a ogni costo.

E’ vero però che ci saranno tantissimi riflettori puntati su Genova, su Marassi. Giornalisti da tutto il mondo per raccontare partita e, soprattutto, atmosfera. Perché sugli spalti ci saranno le famiglie di sfollati, istituzioni, vip, osservatori di club esteri, ex giocatori e l’impressione che questi siano giorni decisivi per il futuro della città è tangibile.

Sul fronte dell’amarcord, peraltro, il derby cade nell’anniversario di due azioni storiche. Una per squadra, per chi temesse le scaramanzie. 25 novembre 1990, l’incredibile punizione di Branco che consente al Genoa di vincere il derby 2 a 1, il 25 novembre 1973, un gol epico di Salvi porta la Samp a ipotecare quella che poi è stata una vittoria per 2 a 0.

Derby numero 117, con Genoa e Samp che in classifica hanno solo un punto di distacco: i blucerchiati sono a quota 15, i rossoblù a 14. Spirito simile e simile fame di vittoria: entrambe le squadre hanno portato a casa solo un punto nelle ultime quattro partite, ma sicuramente tra i blucerchiati c’è una serenità che manca al Grifone, con la panchina di Juric in bilico. Certo, la tensione potrebbe – al contrario – essere una spinta positiva. Sarà anche il primo derby dei due capocannonieri, Piatek e Defrel. I tifosi si attendono grandi cose.