Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Primo ko del Progetto Atletico: si riapre la corsa alla vetta risultati

La capolista a Voltri passa in vantaggio con un incredibile gol di Launi, ma viene rimontata dal Voltri

Campionato apertissimo ed incerto nel girone C della Seconda categoria. Anche il Progetto Atletico infatti deve incassare il primo ko dell’anno e la sconfitta per la squadra di Migliaccio arriva inaspettata visto che ad infliggerla è quel Voltri 87 che prima di questo turno aveva collezionato solo 2 vittorie contro le 8 della capolista.

Peraltro a siglare il gol del vantaggio non arriva da una delle punte nerobiancoazzurre, bensì da Launi, estremo difensore del Progetto che rinvia e aiutato dal vento forte di Prà e da un’errata posizione del collega Rastelli, finisce per insaccarsi. Il gol, però illude gli ospiti che vengono agganciati su punizione da Pretto al 45°. Nel secondo tempo a cambiare tutto è l’entrata in campo di Fedri che ben presto diventa una spina nel fianco della difesa del Progetto Atletico che fatica a contenerlo e proprio quando si pensa che il pareggio possa essere persino stretto per i voltresi, lo stesso Fedri scappa in fascia e trova Casu al centro: colpo di testa che non lascia scampo a Launi e Voltri che conquista tre punti d’oro.

Il Crocefieschi in poche settimane si è presa quindi il secondo posto. Contro il San Giovanni Battista si gioca a visto aperto anche perché i valligiani sembrano andare di fretta e spingono da subito sfiorando il gol con Puliga (palo) e trovando il gol su rigore di Savaia. Il Crocefieschi, però si siede troppo sugli allori e incassa l’immediato pareggio di Mori che calcia al volo e trova l’1-1. Al 44° secondo rigore per il Crocefieschi che Savaia non sbaglia firmando la doppietta, ma non è finita perché al 47° è hattrick per il numero 10 bianco celeste. La gara prosegue e gli ospiti tengono il parziale fino al 77° quando il neo entrato Sanneh rianima i suoi. Poco dopo brutto colpo in testa per Cicerone che deve uscire dal campo, ma si riprenderà dopo le visite. In realtà la pausa serve ad abbassare i ritmi per il Crocefieschi che può traghettare in porto tre punti molto importanti.

Vola il Borgoratti che supera con un poker il Golacademy. Pietranera la sblocca di testa dopo appena 9’. Al 15° lo imita Arroyo che fa 2-0. Zanardi prova a rilanciare i suoi al 45°, ma è un fuoco di paglia perché il Borgoratti consolida la vittoria con la doppietta di Pietranera e il gol di Bozzini nel finale che scappa via e si beve mezza difesa ospite. Vittoria meritata.

Ottimo momento per il Pro Pontedecimo che supera anche lo Zena. Per una volta Pasti non segna, ma al suo posto ci pensa Bah che conclude una splendida azione personale con tiro più da calcio a cinque che da undici. Pasti ha la possibilità di mettere il ghiaccio il parziale, ma calcia incredibilmente fuori. Al 77° Bah spreca tutto con un tiro sottomisura che si stampa sulla traversa. Dieci minuti dopo lo Zena resta in dieci per il secondo giallo a Barbieri. I biancorossi spingono lo stesso, ma non vengono premiati col pareggio, anzi con un rapido contropiede Bassi firma il definitivo 0-2.

Importante vittoria esterna dell’Atletico Genova che supera il Bavari e allunga sulla zona rossa della graduatoria. La gara si decide sostanzialmente in tre minuti dal 32° durante i quali i padroni di casa sbandano e l’Atletico ne approfitta con Riggi che deve calciare due volte per superare Boasi. Poi al 35° Pinacci batte un calcio d’angolo, la palla è insidiosa e trae in errore la difesa del Bavari che devia nella propria porta la sfera per lo 0-2. Atletico che merita i tre punti al termine di una partita giocata soprattutto nel primo tempo.

Pareggio fra Begato e Fegino che si studiano per una mezzora, poi Faraci sfiora il gol con un gran diagonale, mentre dall’altra parte la risposta è affidata a Sadiqi che tenta un lob che si stampa sulla traversa. Il gol arriva al 45° per il Fegino con un colpo di testa di Roberto su calcio d’angolo. Partita che prosegue anche nel secondo tempo con molto vento che costringe le squadre a giocare palla a terra mentre i portieri faticano a rimettere dal fondo. Al 65°, però il pareggio del Begato è la fotocopia del gol avversario. Palla in area su corner e Russotto colpisce di testa per l’1-1. 

Secondo pareggio e secondo punto per il Ravecca che riesce a strappare un 2-2 preziosissimo in dieci contro undici in quel di Montoggio. I biancoblù, anch’essi impegnati nella corsa per la permanenza in categoria, partono sottotono con Sechi e Monticone che impegnano seriamente Podrecca. Al 43°, però alla prima vera occasione, passa la squadra di casa con un colpo di testa di Lingua. La risposta biancorossa è veemente e si concretizza nel tiro potente di Monticone che si infila alle spalle di Podrecca. Nella ripresa come detto gli ospiti restano in dieci per il rosso diretto al portiere Giarratana che colpisce di mano fuori dall’area. I biancorossi, però replicano in modo liedholmiano con il gol di De Stefano cinque minuti più tardi. Da qui in poi il Montoggio si riversa nella metà campo avversaria trovano il gol solo nel finale in una furiosa mischia al 95°.