Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Primavera 1: il Genoa conquista un punto prezioso contro la Roma

Pareggio rocambolesco ad Arenzano: il Genoa di Sabatini due volte in vantaggio, deve poi inseguire la Roma. Punto casalingo prezioso

Genova. Pareggio acrobatico e rocambolesco per il Genoa primavera, che torna così a conquistare punti contro la Roma nel passato turno di campionato di Primavera 1.

La Roma giungeva da sei successi consecutivi, mentre per il Genoa si tratta di interrompere una serie negativa che l’ha scagliato in piena sfida retrocessione: ogni punto potrà davvero essere determinante.

Sabatini manda in campo Russo; Bellich, Da Cunha, Zanoli (79′ Raggio); Candela, Karic, Zvekanov (86′ Masini), Rovella, Piccardo (86′ Gasco); Szabo (75′ Ventola), Bianchi (86′ Petrovic); rispondono i giallorossi di Alberto De Rossi con Pagliarini; Bouah, Cargnelutti, Bianda, Semeraro; Riccardi, Marcucci (70′ Greco), Pezzella (81′ Besuijen); D’Orazio (63′ Chierico), Celar, Buso (63′ Cangiano).

Tocca alla Roma provare a prendere il controllo della gara e infatti le prime pressioni sono giallorosse. Il Genoa si fa avanti verso il quarto d’ora, che sfiora il vantaggio su una deviazione fortunosa.

Al 21′ passa il Genoa: Szabo riceve un lungo lancio e supera Pagliarini. La Roma prova a reagire, ma Russo fa buona guardia. Tuttavia alla mezz’ora i giallorossi colgono un bel contropiede che porta in rete Celar: lo sloveno, servito da Marcucci, non sbaglia. 1-1.

Da lì all’intervallo si susseguono le reti e i ribaltamenti: il Genoa passa nuovamente avanti al 34′, grazie a Bianchi che trova l’incrocio dei pali con il suo destro. Tre minuti dopo la Roma trova ancora il pareggio: corner corto, Semeraro crossa e trova Celar sul secondo palo. Ma non è finira: passano altri tre minuti e Bouah salta due rossoblù e supera Russo con un colpo di sinistro preciso. 2-3.

Il Genoa torna in campo cercando ancora il gol: il match si fa teso, Buso viene ammonito, e i grifoncini sfiorano in un paio di occasioni il pareggio, prima con Bianchi, poi con Szabo. La Roma regge.

Al 72′ Rovello calcia dai venticinque metri una punizione splendida, che penetra la barriera e supera Pagliarini. 3-3.

I due team da qui in poi cercano ancora il vantaggio, ma la gara rallenta: la Roma si fa pericolosissima solo all’83’, poi in pieno recupero Rovella è espulso per le proteste. Ma la gara si chiude così, con un punto importante e uno svolgimento spettacolare.