L'iniziativa

Prato Nevoso regala attrezzatura tecnologica di una sala operatoria per i piccoli pazienti oncologici del Gaslini

Il plauso di Chiamparino e Toti: “Esempio virtuoso di come fare sistema sia il modello vincente”.

Genova. Prato Nevoso donerà la attrezzatura tecnologica di una sala operatoria per i bambini malati di tumore del Gaslini di Genova. E ad ogni grande evento seguirà l’acquisto, pezzo per
pezzo, di una speciale attrezzatura per allestire la “sala di Prato Nevoso” che troverà spazio
nell’ospedale genovese, oggi simbolo dell’eccellenza europea nella lotta al cancro
nell’infanzia.

La stazione ha conosciuto negli ultimi anni un aumento esponenziale di consenso e presenze, consolidandosi come la prima realtà per numeri e turisti del comparto sci cuneese. Di qui la scelta di una svolta etica. “Non esiste profitto senza etica- spiegano Alberto e Gian Luca Oliva della Prato Nevoso Spa-. E così abbiamo pensato di concentrare sui grandi eventi che da sempre rappresentano un momento di forte richiamo per il comprensorio anche un messaggio di speranza per i bambini e le famiglie alle prese una malattia che non è solo dolorosa ma che sottrae anche il diritto di godere degli anni più belli nella vita di un essere umano, quelli dell’infanzia”.

E il grande abbraccio di Prato Nevoso per i bimbi oncologici si farà sentire già dalla
festa dell’Open Season di Prato Nevoso, in programma come da tradizione l’8 dicembre.
Per i 10 mila giovani attesi in Conca per il live gratuito del mitico J-Ax verrà
data la possibilità di acquistare un braccialetto luminoso dedicato all’iniziativa pro Gaslini
interamente devoluto al progetto, oppure contribuire con un’offerta libera sul Crowd
Founding sul sito www.pratonevoso.com

“Il Gaslini dopo due anni dal termine delle cure inserisce i bambini in uno specifico
ambulatorio di follow up, certificando la possibilità della lunga sopravvivenza dei piccoli
pazienti – spiega Paolo Petralia Direttore generale -. L’ospedale consegna loro un
“passaporto” sulla propria situazione clinica, con il quale essere accompagnati ovunque per
tutta la loro vita . Prato Nevoso, invece, regalerà a ex pazienti e famiglie una vacanza
completamente gratuita sulla neve. Un modo per premiarli del loro coraggio e della
battaglia per la vita che hanno vinto tutti insieme, e per evidenziare come anche ambiente
e stile di vita contribuiscano a consolidare uno stato di salute”.

Anche il ricavato delle cene stellate che quest’inverno porteranno chef di tutta Italia nelle
baite di Prato verrà devoluto in parte ai bimbi del Gaslini. In una grande gara di solidarietà
che, dall’Open Season in poi, farà di Prato Nevoso la stazione mascotte dei bambini
oncologici. Una scelta che ha anche un altro significato: unire il Cuneese e Genova.
E non a caso la sinergia tra Prato Nevoso e il Gaslini, oggetto di un preciso accordo quadro
siglato tra le parti, diventa un esempio che ha ricevuto il benestare di due presidenti di
Regione, Sergio Chiamparino e Giovanni Toti: “Il progetto che unisce lo sci al Gaslini, e Prato Nevoso a Genova, è la prova concreta di come fare sistema sia il modello a cui tendere. Queste due realtà così diverse sono unite nel segno dell’eccellenza: la prima ha saputo
imporsi in pochi anni come realtà di riferimento del sistema turistico cuneese, la seconda è ormai un’eccellenza internazionale nel campo della ricerca e della cura al cancro in età infantile”.

Più informazioni