La vertenza

Piaggio Aero, rinviato al 20 novembre l’incontro al Mise: lo stesso giorno sciopero dei lavoratori

Vella (Fim Cisl): continui ritardi mettono a rischio futuro

Genova. Rinviato di una settimana dal 13 al 20 novembre il tavolo al Mise su Piaggio Aero, l’azienda aeronautica che vede il futuro a rischio dopo le incertezze sui finanziamenti dei droni. “I continui ritardi su questa vertenza sono molto pericolosi e stanno mettendo seriamente a rischio il lavoro di oltre 1200 lavoratori tra Genova e Villanova d’Albenga di Piaggio Aerospace” denuncia il segretario della Fim Cisl Alessandro Vella.

“Il governo continua a tenerci a bagnomaria non esprimendosi neanche su un eventuale opzione Leonardo – dice Vella – Speriamo sia solo un’impressione e che si stia lavorando come, ci auguriamo per trovare una soluzione, perché vale la pena sottolineare, come il programma ha un elevato valore politico e strategico sui livelli occupazionali e sullo sviluppo di tecnologia. La Liguria ha bisogno di lavoro e crescita e non assistenzialismo non di certo la perdita di posti di lavoro altamente tecnologico per scelte di politica non industriale”.

Il 20 novembre, in contemporanea con l’incontro, è proclamata la mobilitazione e lo sciopero di tutti i lavoratori Piaggio Aero.