Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Piaggio Aero, prime rassicurazioni dal Governo ma per la Fim: “Restiamo cauti, ancora nessuna risposta certa”

Nuova convocazione i primi di dicembre. Nessuna risposta su finanziamento progetto droni

Più informazioni su

Roma. Tavolo sulla vertenza Piaggio Aero questa mattina al Mise dove secondo la Fiom Cgil sarebbero arrivate alcune prime rassicurazioni: il capo di Gabinetto del Mise ha spiegato che il Governo ha già assunto una decisione e ciò rappresenta una affermazione importante per 
i lavoratori,  ossia quella di salvare un asset strategico per il Paese.  Il Governo ha deciso di dare a Piaggio un Piano più a lungo termine, 
visti anche i problemi del passato,  piano che abbia stabilità finanziaria e un assetto societario stabile e si è impegnato ad aggiornare per i primi giorni di dicembre tutti i soggetti

“Restiamo cauti – commenta il segretario della Fim Cisl Alessandro Vella – rispetto a quanto emerso oggi al tavolo ministeriale, il governo si è impegnato a trovare una soluzione ma non è stata data nessuna risposta rispetto al finanziamento dei 766 milioni previsti per il programma Piaggio Aero che oggi rappresenta l’unica concreta soluzione per mantenere solida l’occupazione. Mentre su eventuale ingresso di Leonardo non è stato fatto nessun cenno.
La Fim Cisl si dice quindi “in attesa di risposte certe che possano dare una soluzione industriale e di prospettiva di lavoro ai oltre 1200 lavoratori della Piaggio Aero. La Liguria non può permettersi assolutamente di perdere questa risorsa sarebbe l’ennesimo dramma che metterebbe a dura prova la tenuta sociale, speriamo il governo ne tenga seriamente conto”.