Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pareggio con l’Udinese: il Genoa primavera non esce del tutto dalla crisi

La Primavera di Sabatini soffre ancora: il Genoa domina la gara casalinga di campionato, ma con l'Udinese ottiene solo un punto

Genova. Pareggio a reti inviolate e quarto punto per il Genoa primavera contro i pari età dell’Udinese, che rimane nei quartieri bassi della classifica del girone di Primavera 1, al dodicesimo posto.

Il Genoa di Sabatini è sceso in campo con Russo, Candela, Oliveira, Zanoli, Bellich, Zvekanov, Karic (69’Ventola), Rovella, Bianchi (C) (78’ Facchin), Micovschi (76’Masini), Piccardo; dall’altra parte i bianconeri di Sassarini erano schierati con Crespi, Donadello (56’ Ballarini), Ermacora, Samotti, Filipiak, Parpinel, Bocic, Iniguez (46’ Gkertsos), Compagnon (63’ Oviszach), Coulibaly (C), Lirussi (84’ Kubala).

Ad Arenzano la sfida è ai piani bassi della classifica, in palio già punti importanti in ottica salvezza. Il Genoa collezione la prima occasione al 12′, con un sinistro di Micovschi potente ma fuori bersaglio. Al 25′ Oliveira colpisce di testa su un calcio d’angolo e trova la porta, ma il portiere Crespi fa buona guardia.

Il Genoa sembra padrone del campo, forse anche per la reticenza dell’Udinese a farsi avanti: al 31′ Rovella centra il palo e sfiora così il vantaggio rossoblù.

Prima vera occasione dell’udinese nel secondo tempo, con Lirussi che dribla mezza difesa genoana e serve Bocic, che calcia alto sopra la traversa. Dieci minuti dopo Crespi salva la partita su Bianchi, servito da Rodella.

Bocic si fa pericoloso nuovamente al 65′, poi tocca a Lirussi collezionare il secondo palo della gara. L’Udinese si rifà nel finale, quando Ballarini serve Kubala, che in maniera confusa calcia, supera Russo e trova la traversa.

Gara nettamente nelle mani del Genoa, che non riesce però a concretizzare la quantità di gioco e rischia addirittura di finire irrimediabilmente sotto proprio nel finale. Un punto prezioso, ma anche un’occasione sprecata.

Strascico “giuridico” nel corso della settimana: l’arbitro della gara ha rettificato alcuni provvedimenti disciplinari, erroneamente trasmessi in un primo tempo al giudice sportivo: ha quindi ammonito ammonto Matteo Piccardo (Genoa) per avere simulato di essere stato sottoposto ad intervento falloso in area di rigore avversaria anziché il calciatore Eric Lirussi (Udinese), e di aver ammonito Gianluca Parpinel (Udinese) per comportamento scorretto nei confronti di un avversario anziché il calciatore Vanja Zvekanov(Genoa).