Al porto antico

Orientamenti, il rugby ligure risponde presente

Alessandro Bottino ha trattato l'argomento "Figure professionali che ruotano intorno alle attività sportive ed il videoanalyst"

Genova. Oggi, mercoledì 14 novembre, al Porto Antico di Genova, si è sviluppata la seconda giornata della XXIII edizione di Orientamenti, il salone della formazione, del lavoro e dell’orientamento e, dopo la giornata di apertura di martedì, inaugurata ufficialmente dal ministro dell’istruzione Marco Bussetti, che per l’occasione era accompagnato dall’assessore di Regione Liguria della comunicazione, alla formazione e alla cultura, Ilaria Cavo, e dal giovane cantante rap Tedua, la giornata di visita si concluderà entro le 22,30.

Nell’idoneo spazio dedicato allo sport, nel tendone di Piazza delle Feste, curato ed organizzato dal Coni Liguria, sotto l’egida di Regione Liguria, e con le varie federazioni sportive presenti con le loro attività, anche il rugby ha presentato ai numerosi giovani studenti le proposte che il Comitato regionale Fir guidato da Oscar Tabor e Giancarlo Ricci, con l’ausilio di Marco Marcellino, delegato provinciale, dai vari consiglieri dello stesso comitato, porta avanti con intenso impegno.

Questa mattina in una delle due sale conferenze il tecnico regionale Fir Liguria, Alessandro Bottino, è intervenuto sull’argomento “Figure professionali che ruotano intorno alle attività sportive ed il videoanalyst”, ed ovviamente in particolare analizzando le varie opportunità legate al mondo della palla ovale. Massaggiatori, preparatori atletici, e appunto video analyst possono senza dubbio invogliare molti giovani ad indirizzarsi verso specifici studi, e l’accoglienza dei presenti in sala a queste proposte è risultata oltre che numerosa di un certo interesse.

Nella foto: Alessandro Bottino in conferenza

leggi anche
  • Formazione e lavoro
    Il rugby ad Orientamenti 2018