Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Operazione “ad alto impatto” della Polizia, nel centro storico di Genova

Genova.  La Polizia di Stato di Genova, nell’ambito di una più ampia attività di contrasto alla criminalità diffusa in questo centro storico, ha condotto un’operazione, definita ad alto impatto, in diverse aree in contemporanea, dei vicoli di Genova.

Nell’area del “Ghetto”, la Squadra mobile ha arrestato in flagranza, per i reati di detenzione e spaccio di stupefacenti, un 43enne italiano di origini capoverdiane, pregiudicato, ed un 26enne richiedente asilo originario del Marocco. I due pusher hanno offerto hashish ai Falchi della Squadra Mobile, che si erano confusi tra i passanti. E, non appena estratto il panetto di droga da frazionare, per i due spacciatori sono scattate le manette.

Nello stesso momento la Squadra Mobile ha fatto controlli a tappeto presso attività commerciali ed immobili nella zona delle Vigne e nelle aree limitrofe. Gli agenti della Sezione Criminalità straniera e prostituzione hanno arrestato un 43enne di origini romene, gravato da ordine di esecuzione per la carcerazione a seguito di condanne per reati finanziari.

Gli operatori della Sezione Criminalità diffusa, in collaborazione con i tecnici della ASL, hanno, inoltre, multato  per svariate migliaia di euro una gastronomia di vico Spinola, a causa delle precarie condizioni igieniche. All’interno è stato identificato un cittadino di origini senegalesi, irregolare, che gestiva abusivamente il locale e che è stato accompagnato in Questura per le pratiche di espulsione.

Poco lontano, in vico delle Mele, un fondo accatastato come magazzino è stato sgomberato, poiché risultava essere stato adibito abusivamente ad alloggio di fortuna da alcuni stranieri. Gli occupanti sono stati segnalati all’Autorità competente e l’immobile rimesso nella disponibilità dei legittimi proprietari.