Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’Iren Genova Quinto ci prova, ma l’Ortigia resiste e vince risultati fotogallery

Terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

Genova. Un avvio stentato, una bella reazione tuttavia inutile: nella settima giornata del campionato di Serie A1, alle Piscine di Albaro, l’Iren Genova Quinto lascia il passo all’Ortigia, capace di vincere 11-9.

I siciliani nei primi due tempi si portano su un rassicurante vantaggio, in alcune circostanze anche di tre reti. Bittarello e compagni reagiscono nel terzo tempo e nel quarto agguantano addirittura il pareggio, ma alla fine sono gli ospiti, che trovano il colpo di reni vincente, a festeggiare.

Come al solito non siamo partiti benissimo, una cosa che ci capita da un po’ di tempo a questa parte – commenta il tecnico Gabriele Luccianti -. In Serie A1 quando prendi un parziale di tre reti diventa difficile colmare il gap, c’eravamo riusciti a inizio quarto tempo, poi però la sensazione era che loro appena ne avevano la possibilità riuscivano a fare male, noi al contrario siamo stati poco lucidi. L’Ortigia è una squadra con tanta qualità, hanno stentato a inizio campionato ma ora stanno recuperando terreno e lo meritano: questa sconfitta mi lascia l’amaro in bocca, ma meno rispetto a quella di due settimane fa con il Savona, dove dovevamo fare punti a tutti i costi. Ora abbiamo lo Sport Management in trasferta, una partita chiusa a livello di risultato, poi inizia un gruppo di partite da tripla. Sotto con il lavoro“.

Il tabellino:
Iren Genova Quinto – CC Ortigia 9-11
(Parziali 2-4, 3-4, 3-1, 1-2)
Iren Genova Quinto: P. Pellegrini, Paunovic, Vavic 1, Mugnaini 3, F. Brambi 1, Lindhout 1, Gavazzi, Bielik, Boero, Bittarello 1, M. Gitto 2, Amelio, Pellerano. All. Luccianti
CC Ortigia: Caruso, Cassia, Abela 1, Jelaca 4, Di Luciano, Farmer 2, Giacoppo 1, Espanol Lifante 1, Rotondo, Vapenski 2, Susak, Napolitano, Pellegrino. All. Piccardo
Arbitri: Paoletti e Scappini
Note. Uscito per limite di falli Gavazzi nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Quinto 5 su 10, Ortigia 4 su 10 più 1 rigore segnato.