Ecco chi sono

Ingegneri, professori e un dirigente comunale: ecco il pool di super-esperti che valuterà i progetti per ponte di Genova

Lavoreranno a titolo gratuito e forniranno al sindaco-commissario Bucci indicazioni utili a scegliere le idee che si aggiudicheranno i lavori

Genova. Sarà un collegio esterno, composto da docenti universitari, ingegneri, architetti, professionisti del settore e un solo dirigente del Comune di Genova, a valutare da un punto di vista tecnico i progetti per la demolizione e ricostruzione di ponte Morandi arrivati ieri negli uffici della struttura commissariale.

Il gruppo è composto da figure indipendenti rispetto alla struttura commissariale, e ognuno con competenze specifiche. Si tratta di Gianni Bartoli, ingegnere e docente all’Università di Firenze, Enrico Bona, architetto e docente all’Università di Genova, Pietro Croce, ingegnere ed esperto nella costruzione di ponti, docente all’Università di Pisa e già membro del pool di periti che ha affiancato il Comune di Genova nella fase dell’emergenza dopo li crollo del viadotto. Docente all’ateneo pisano anche Diego Lo Presti, ingegnere, mentre Mario Manassero e professore al politecnico di Torino. Fanno parte del collegio anche Stefano Pinasco, dirigente del Comune di Genova e anche lui chiamato da subito nella squadra tecnica a supporto del sindaco-commissario. Infine Sergio Scanavino, segretario dell’Istituto italiano di saldatura, che ha sede a Genova.

I membri del collegio svolgeranno il loro lavoro a titolo gratuito, salvo rimborso spese. Alle riunioni potranno assistere in qualità di testimoni i due subcommissari o persone da loro delegate. La composizione del collegio è stata resa nota con la pubblicazione, sul portale internet del commissario per la ricostruzione, dell’atto di nomina.

Non sarà l’unico apporto esterno che arriverà a Marco Bucci: altre indicazioni al di fuori della struttura commissariale sono attese, come previsto anche dalla legge di conversione del decreto Genova, dall’Anac, l’autorità nazionale anticorruzione, che potrà fornire indicazioni in tema di antimafia stipulando un protocollo di collaborazione.

leggi anche
  • Tempo scaduto
    Progetti per il nuovo ponte di Genova, al Matitone consegna “last minute” per l’idea di Impregilo e Fincantieri
  • Tempi stretti
    Demolizione e ricostruzione ponte, iniziata l’apertura delle buste. Bucci: “Il 3 dicembre parte la negoziazione”
  • Passi avanti
    Sopralluogo del Csm in via Perlasca, Bucci: “Mostriamo al mondo che il sistema Genova funziona”
  • Un po' si era capito...
    Progetti per il ponte di Genova, Toti: “A me piace quello di Renzo Piano, ma l’importante è che non si perda tempo”