A1 femminile

Il Rapallo combatte ma deve cedere al Plebiscitorisultati

Luca Antonucci scontento per l'arbitraggio e soddisfatto per la prestazione delle sue giocatrici

Rapallo. Non riesce l’impresa al Rapallo Pallanuoto: va al Plebiscito Padova l’atteso match giocato ieri pomeriggio in casa della formazione patavina. Il risultato finale, 12-9, racconta di un Rapallo che tiene testa alle campionesse d’Italia in carica per tutti e quattro i tempi ed è un dato che fa ben sperare in casa gialloblù per il prosieguo della stagione.

Dopo un primo tempo molto equilibrato, il primo tentativo di allungo è delle locali che vanno sul più 2 con le reti di Dario e Alessia Millo. Marcialis va a segno prima di metà gara, poi è Avegno, in avvio di terzo quarto, a ristabilire la parità. Quindi c’è il botta e risposta tra Ranalli e Genee: 7 a 7. Le venete allungano nuovamente con le segnature di Grab e Gottardo; le liguri non ci stanno e provano a ricucire. Il gol di Grab per l’11 a 9 mette l’ipoteca sul successo delle locali, che completano l’opera con la rete di Gottardo a 42″ dalla sirena.

Ottima partita dal punto di vista della voglia di far bene e della determinazione: ce la siamo giocata fino alla fine – commenta il coach Luca Antonucci -. Diciamo che l’interpretazione della partita per quanto riguarda l’arbitraggio mi ha lasciato parecchio perplesso. Ci hanno fischiato contro diciannove espulsioni, senza contare le doppie espulsioni, e dopo 20 secondi di gioco Avegno aveva un occhio nero e successivamente Emmolo è uscita per tre minuti per un colpo ricevuto al collo. Numeri ed episodi che dovrebbero far riflettere. Ciò detto, torniamo a Rapallo con la convinzione che non manca molto a giocarcela con la squadra campione d’Italia: speriamo nel match di ritorno e andiamo avanti sperando che, la prossima volta, si giochi a pallanuoto e non a rugby”.

Il tabellino:
Plebiscito Padova – Rapallo Pallanuoto 12-9
(Parziali: 2-2, 4-3, 3-2, 3-2)
Plebiscito Padova: Teani, Barzon 1, I. Savioli, Gottardo 2, Queirolo 1, Casson, A. Millo 1, Dario 1, Grab 2, Ranalli 3, Meggiato, Armit 1, Giacon. All. S. Posterivo.
Rapallo Pallanuoto: Lavi, Zanetta 1, Viacava, Avegno 2, Marcialis 1, Gagliardi, Giustini, A. D’Amico, Emmolo 2, Zimmerman 1, A. Genee 2, A. Cocchiere, Risso. All. Antonucci.
Arbitri: Lo Dico e Schiavo.
Note. Uscite per limiti di falli: Zimmerman nel terzo tempo, Savioli, Dario, Marcialis e Giustini nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Padova 9 su 18 più 1 rigore segnato, Rapallo 4 su 15.