La visita

Il ministro Bussetti a Orientamenti: “Abolire il valore legale della laurea? E’ più una questione di competenze”

Sulla richiesta di abolire il divieto alla doppia iscrizione all'Università: "E' importante che i giovani non si specializzino in un solo settore"

Genova. “Il discorso è un po’ più legato alle competenze che alle certificazioni: si tratta di rimettere il tema sotto questo profilo non del valore del titolo”. Lo ha detto il ministro dell’istruzione Marco Bussetti, a margine del Salone Orientamenti di Genova, rispondendo ai giornalisti sulla proposta dell’eliminazione del valore legale del titolo di laurea e la possibilità che questo aspetto vada a confliggere con il provvedimento della manovra che prevede incentivi per le aziende che assumono laureati.

Bussetti ha anche commentato la sua richiesta di abolire lo divieto alla doppia iscrizione in due università: “E’ una mia richiesta – ha detto – perché penso che sia importante che questi ragazzi non si specializzino unicamente in un settore, ma abbiano magari anche la possibilità, come avviene in altre nazioni, di rendere un po’ più flessibile la propria formazione”.

Il ministro ha chiesto abolire l’art. 142 del regio decreto 1592 del 1933 secondo il quale è “vietata l’iscrizione contemporanea a diverse università e a diversi istituti d’istruzione superiore, a diverse facoltà o scuole della stessa università o dello stesso istituto e a diversi corsi di laurea o di diploma della stessa facoltà o scuola” in Italia.