Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Fratelli d’Italia e Partito Democratico, ordine del giorno a quattro mani in Regione per la sicurezza dei portuali durante le allerte meteo

Genova. Il consiglio regionale Ligure approva un ordine del giorno ed impegna la giunta regionale e il Presidente Toti di farsi promotore sin dal prossimo tavolo di lavoro convocato dall’autorità portuale per venerdì prossimo affinché venga garantita la sicurezza dei lavoratori portuali nelle situazione di allerta meteo. L’ordine del giorno è stato presentato da Matteo Rosso (Fratelli D’Italia) e Giovanni Lunardon (Partito Democratico).

“Dopo quanto che è successo nei porti di Genova, La Spezia e Savona durante l’allerta meteo del 28 ottobre è doveroso pensare alla sicurezza di chi lavora in porto ed è soggetto a situazioni di pericolo – precisa il consigliere e presidente della commissione sanità e sicurezza – e mettere in essere una serie di procedure che servano a garantire tanto la normale operatività portuale quanto la sicurezza dei lavoratori quando essa è in pericolo”

“Visto che non esiste una linea comune in merito all’organizzazione del lavoro portuale durante le allerte meteo – afferma Lunardon – è opportuno che venga stipulato tra le istituzioni, gli enti e le parti sociali un protocollo d’intesa, che garantisca la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori del porto”. L’ordine del giorno impegna il presidente della Giunta ligure a farsi promotore con l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, la Direzione Marittima della Liguria, gli operatori portuali e le parti sociali di un protocollo d’intesa che garantisca in maniera omogenea, in tutto l’ambito portuale, la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori in caso di allerta meteo. Garantire la funzionalità del porto è un sacrosanto interesse della comunità genovese e ligure, ma questo deve avvenire mettendo al centro la salute e la sicurezza dei lavoratori”.