Mattoncini precompressi

E il ponte Morandi torna sotto forma di una costruzione Lego

693 pezzi per realizzare una copia in scala del viadotto sul Polcevera. Pochi clic per far scoppiare la polemica

Genova. Forse potrà sembrare un’idea un po’ macabra, dopo quello che è accaduto il 14 agosto, ma non si può negare che si tratti di una costruzione realizzata con una certa perizia.

Su un portale della Lego, la casa produttrice del gioco con i mattoncini più conosciuto al mondo, uno degli user, un appassionato, ha costruito il ponte Morandi in scala.

C’è tutto, le tre pile, le case, via Fillak, la collina che porta al casello di Genova Ovest, il torrente Polcevera e gli insediamenti industriali. Sul sito Lego Ideas l’autore partecipa così a una sorta di contest che potrebbe permettergli, se ricevesse abbastanza voti, di trasformare la sua opera in un modello originale Lego, magari in uno di quelli della serie Architecture (dove si trovano strutture come il museo Moma, la torre delle comunicazioni di Berlino, la casa sulla cascata di Wright e altri capolavori).

Questa immagine è solo un’ipotesi ma è bastata, circolando sui social, a far scoppiare le polemiche (o le ironie, c’è chi lo suggerisce come regalo di Natale perfetto per il ministro Toninelli). Noi ipotizziamo, leggendo il progetto dell’utente, che non ci fosse alcun intento offensivo. Bogich83 – questo il suo nickname – racconta di avere costruito il ponte Morandi per una vera passione nei confronti dell’architetto italiano. In tutto – spiega – sono stati usati 693 pezzi originali Lego.

Più informazioni
leggi anche
  • Lol
    “Aperta sì, aperta no, aperta boh”, è via 30 Giugno. E il balletto dei sensori diventa una canzone
  • Top
    A Genova apre il primo Lego Store della Liguria, la magia dei mattoncini conquista il centro città
  • Mattoncini
    Il sogno si avvera: il 25 luglio apre a Genova il primo Lego Store della Liguria