Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Decreto Genova, Uil: “Il governo fa campagna elettorale sulla pelle della Liguria”

Il segretario generale regionale Ghini: "Chiederemo a Cgil e Cisl mobilitazione unitaria"

Più informazioni su

Genova. “Decreto Genova, un altro schiaffo alla Liguria e ai Genovesi: la società civile deve dire basta e ribellarsi a questo continuo rimando a norme e decreti che hanno e avranno solo il risultato di allungare i tempi di demolizione e di ricostruzione del nuovo ponte”. Lo scrive in una nota Mario Ghini, segretario generale Uil Liguria che si augura che le parti economiche e sociali di Genova “trovino il modo di rilanciare una grande mobilitazione della società civile genovese e ligure. Bisogna dire basta a un Governo che purtroppo ha solo lo scopo e l’obiettivo di fare campagna elettorale sulla pelle delle persone”.

“Viene spontaneo chiedersi quale posizione tenga la Regione Liguria sul tema della ricostruzione e se questo decreto soddisfi il Presidente e tutta la Giunta Regionale Ligure. Sicuramente non soddisfa la Uil che crede sia giunta l’ora di ribellarsi ad un decreto che, così come è stato votato, impedirà la ripresa di Genova e della Liguria”, continua Ghini.

“Oggi, purtroppo, questo Governo invece di risolve i problemi dei cittadini ne aggiunge di nuovi, proprio per questo a partire dai prossimi giorni chiederemo alla Cisl e alla Cgil di proclamare insieme alla Uil – rilancia il segretario – una grande mobilitazione unitaria per ribadire che con Genova e la Liguria non si può scherzare”.