Scoperto

Custodiva più di 8 mila file pedopornografici nel suo pc, arrestato quarantenne

​L’uomo aveva già subito in passato una condanna per tentata rapina e violenza sessuale ai danni di alcune donne

Genova. Il compartimento della polizia postale e delle Comunicazioni di Genova ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di un operaio edile quarantenne, per la detenzione di un ingente quantitativo di materiale pedopornografico.

​L’uomo, che aveva già subito in passato una condanna per tentata rapina e violenza sessuale ai danni di alcune donne, di cui una minorenne all’epoca dei fatti, era da tempo seguito dagli investigatori della Polizia Postale perché trovato in possesso di materiale informatico illegale.

​Nel corso della perquisizione sono stati trovati più di 8000 file pedopornografici molti dei quali meticolosamente catalogati per l’età delle bambine, alcune anche infanti, o per la tipologia dei video spesso particolarmente crudi e violenti.

La laboriosa attività investigativa condotta sotto la direzione del P.M. Gabriella Dotto è culminata, stante la pericolosità sociale del soggetto ed il pericolo di reiterazione del reato, con l’emissione del provvedimento cautelare da parte del G.I.P. dottoressa Paola Faggioni.

​L’ingente quantitativo di materiale informatico sequestrato è ancora al vaglio degli investigatori.