Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Anche un pullman di genovesi diretti a Roma tra quelli perquisiti dalle forze dell’ordine

La condanna di Arci Liguria: "Con tutte le manifestazioni di oggi solo per i pullman diretti a Roma questa accoglienza"

Genova. Ci sono anche un pullman proveniente da Genova e uno dalla Spezia tra quelli fermati dalle forze dell’ordine fuori Roma. I pullman portavano i manifestanti al corteo contro il decreto sicurezza. La denuncia arriva da Arci Liguria: “Tutte le persone a prescindere, ci risulta, sono state fatte scendere, perquisite e identificate – a volte fotosegnalate con i documenti in mano – senza alcun motivo. Lo stesso è accaduto a manifestanti in arrivo da molte altre parti d’Italia”.

Una prassi che per Arci Liguria “nulla a che vedere con la “scorta verso i parcheggi” e appare come una azione preventiva, inutile e discriminatoria. Proprio oggi, infatti, sono centinaia le manifestazioni in corso di svolgimento in tutto il paese, di diverso colore e talvolta di segno opposto ma solo ai pullman diretti a Roma è stato fatto subire questo trattamento.
Non ci interessa se “succedeva anche prima”; anche in passato non abbiamo mai fatto mancare la nostra protesta, qualunque governo fosse in carica”.

Le regole e le leggi per Arci Liguria “non possono essere applicate a seconda di chi manifesta e delle idee che vuole sostenere. La discrezionalità, soprattutto per chi ha il dovere di garantire la sicurezza, non è un parametro tollerabile in democrazia. La legge deve continuare ad essere uguale per tutti”.