Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Aeroporto di Genova, ok dal Cipe al piano di investimenti da 12,9 milioni

Tra gli interventi principali figurano il rifacimento dei piazzali Nord e Sud, l’efficientamento energetico, l’ammodernamento degli impianti tecnologico e la riqualificazione dell’aerostazione

Più informazioni su

Genova. “Il Cipe oggi ha dato parere positivo al piano degli interventi per 12,9 milioni di euro di investimenti da parte della società Aeroporto di Genova spa nel periodo 2016-2019. Una notizia decisamente positiva per lo scalo genovese, strategico sia per la Liguria sia per il Basso Piemonte, che potrà così avviare interventi, nel breve e medio periodo, di ampliamento del terminal, manutenzione straordinaria su fabbricati e piazzali di sosta e pista, efficientamento tecnologico e opere di collegamento intermodale con la stazione ferroviaria di Genova Cornigliano”.

Lo annuncia il viceministro alle Infrastrutture e ai trasporti che oggi ha partecipato alla seduta del Cipe, Comitato interministeriale programmazione economica. “L’aeroporto di Genova – continua il viceministro Rixi – è fondamentale per garantire un efficace sistema di collegamento nazionale e internazionale, anche dal punto di vista turistico, alla Liguria, esigenza resa ancor più cogente nel post crollo del viadotto Morandi”.

Tra gli interventi principali figurano il rifacimento dei piazzali Nord e Sud, l’efficientamento energetico, l’ammodernamento degli impianti tecnologico e la riqualificazione dell’aerostazione.

«Con questo passaggio il CIPE ha riconosciuto la bontà del piano di investimenti concordato con ENAC. – commenta Paolo Odone, Presidente dell’Aeroporto di Genova – La nostra Società di gestione ha già avviato gli investimenti per il miglioramento delle infrastrutture e dei servizi, tanto che dal 2016 a oggi abbiamo già speso 6,9 milioni di euro. Si tratta di interventi che si confermano ancora più strategici a fronte dell’incremento del traffico, che nei primi 10 mesi dell’anno ha visto un aumento di passeggeri del 18%, rendendoci il primo scalo in Italia per percentuale di crescita. Ringraziamo per il suo interessamento il Vice Ministro Edoardo Rixi, che ha partecipato alla riunione del CIPE e che ha subito condiviso con noi l’esito dell’incontro».

«Le previsioni di crescita sostenuta del traffico anche per il prossimo futuro – prosegue Odone – impongono ora di guardare al prossimo quadriennio e porre le condizioni finanziarie per un’ulteriore fase di sviluppo che dovrà continuare a essere accompagnata dall’insostituibile supporto di clienti, azionisti, dipendenti e Istituzioni».