Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Troppo Rapallo per il Bogliasco: derby ligure a senso unico

Le gialloblù si impongono con 11 reti di scarto

Rapallo. Il Rapallo Pallanuoto fa suo il derby ligure con il Bogliasco Bene, valevole per la seconda giornata di Serie A1 femminile. Netta la vittoria delle gialloblù, che scendono in acqua con il piglio giusto e già dalle prime battute dirigono il match sul binario a loro favorevole, ipotecando di fatto il successo con un secondo parziale chiuso sul 5-0 e gestendo il vantaggio fino alla sirena finale.

Tra gli spettatori che gremivano la tribuna c’era il ct del Setterosa Fabio Conti. Spazio da parte del coach Antonucci a tutte le giocatrici compreso il secondo portiere Matilde Risso, che nel quarto tempo ha sostituito tra i pali capitan Federica Lavi. Migliori marcatrici in casa gialloblù Silvia Avegno (sua la firma anche sul rigore concesso al Rapallo nel quarto tempo) e Carolina Marcialis, in grande spolvero. Ottima prestazione anche per la mancina rapallese e del Setterosa Giulia Emmolo: per lei tre gol. A segno anche l’olandese Genee e le tre ex della partita, Viacava, Zimmerman e Agnese Cocchiere; per la giovane centroboa un gol con beduina che ha messo in mostra tutto il suo talento.

Pesante sconfitta, almeno nel punteggio, per le ragazze del Bogliasco Bene. Le biancazzurre subiscono un netto 16-5 dalle cugine del Tigullio al termine di una gara dall’esito scontato fin dai primi minuti di gioco. Troppo ampio il vario di valori tra una delle compagine favorite nella lotta per il titolo tricolore e la giovanissima formazione allenata da Mario Sinatra.

Le reti bogliaschine portano le firme di Teresa Cocchiere, autrice del primo e del quarto gol ospite, capitan Rambaldi, a segno nel terzo tempo, Liana Dance e Giulia Millo, entrambe a referto nell’ultimo parziale.

“Ottima prestazione nel complesso, il risultato non è stato mai messo in discussione – sottolinea il tecnico del Rapallo Luca Antonucci -. Ora, subito testa a Padova: quella con il Plebiscito sarà sicuramente una partita diversa da questa. Diciamo che il calendario non ci ha agevolati: pronti via, e subito tre match decisamente ostici. C’è ancora da lavorare in particolare nella fase offensiva ma sono certo che tutte le potenzialità di questa squadra verranno fuori nel proseguo della stagione: a parte i nuovi e importanti innesti d’esperienza, molte delle giocatrici sono giovanissime e hanno ancora bisogno di crescere”.

“Questa gara l’abbiamo persa prima ancora di scendere in vasca – afferma il tecnico del Bogliasco Mario Sinatra -. La differenza tra noi e loro c’è ed è evidente ma oggi è stata soprattutto di testa. Siamo arrivate a questa partita già rassegnate e questo è un lusso che non possiamo concederci. Abbiamo rimediato la prima batosta dell’anno e non è da escludere che ne arrivino altre. Ma non facciamo drammi. Sapevamo che non sarebbe stato facile sostituire nove giocatrici rispetto alla passata stagione, oltretutto scegliendo di investire in una squadra molto giovane. Dal punto di vista fisico e di classe ci siamo, ci mancano testa e convinzione. Cresceremo”.

Il tabellino:
Rapallo Pallanuoto – Bogliasco Bene 16-5
(Parziali: 4-1, 5-0, 3-1, 4-3)
Rapallo Pallanuoto: Lavi, Zanetta, Viacava 1, Avegno 4, Marcialis 4, Gagliardi, Giustini, D’Amico, Emmolo 3, Zimmerman 2, Genee 1, A. Cocchiere 1, Risso. All. L. Antonucci.
Bogliasco Bene: Malara, T. Cocchiere 2, Zerbone, Cuzzupè, Santinelli, G. Millo 1, Maggi, Rogondino, Bettini, Rambaldi 1, Bottiglieri, Dance 1, E. Falconi. All. M. Sinatra.
Arbitri: Taccini e Brasiliano.
Note. D’Amico uscita per limite di falli nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Rapallo 4 su 7 più 1 rigore segnato, Bogliasco 2 su 11.