Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Sì terzo valico” sul caschetto, 200 lavoratori edili in corteo verso il consiglio regionale foto

Chiedono al governo lo sblocco dei fondi per il proseguimento dell'infrastruttura e protestano contro il M5S che la scorsa settimana in Regione non ha firmato l'ordine degli giorno sul tema

Genova. Fumogeni, cori e un camion a guidare la manifestazione partita da piazza De Ferrari in direzione Via Fieschi, dove si sta svolgendo il consiglio regionale. “Il lavoro non si tocca” e “vogliamo il lavoro” intonano i circa 200 lavoratori edili impiegati nei cantieri del terzo valico, in corteo.

Manifestazione edili terzo valico

“Chiediamo al consiglio regionale di schierarsi compatto a favore dell’opera e a favore del lavoro” dice Fabio Marante della Fillea Cgil. Gli edili sono partiti dal cantiere dell’alta velocità a Trasta con due pullman, otto camion e un mezzo pesante: chiedono al governo lo sblocco dei fondi per il proseguimento dell’infrastruttura e protestano contro il M5S che la scorsa settimana in Regione non ha firmato l’ordine degli giorno in tal senso proposto da tutte le altre forze politiche.

Il quinto lotto per completare l’opera era già finanziato per oltre un miliardo ma il governo lo ha bloccato per la valutazione costi-benefici. I sindacati temono licenziamenti a seguito dello stop all’opera.