Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sfida all’ultima voga tra gli otto rioni, domenica al porto antico scatta il primo Palio Remiero di Genova

Voltri, Sestri Ponente, Foce, Boccadasse, Sturla-Vernazzola, Quinto, Nervi e Sant'Ilario-Capolungo gareggeranno su gozzi da 6 metri, negli equipaggi anche i grandi campioni

Genova. Un evento a costo zero, realizzato con un avanzo dei finanziamenti comunali e degli sponsor privati per la Regata delle Repubbliche Marinare dello scorso giugno a Pra’, e che si propone di rilanciare il canottaggio storico e non solo a Genova.

Si svolgerà questa domenica 28 ottobre il primo “Palio remiero di Genova”, organizzato dal Comune insieme alle federazioni nazionali Canottaggio fisso e a Sedile mobile. Gli 8 rioni genovesi (Voltri, Sestri Ponente, Foce, Boccadasse, Sturla-Vernazzola, Quinto, Nervi e Sant’Ilario-Capolungo), con barche su cui vogheranno alcuni dei campioni nazionali assoluti e juniores, si sfideranno partendo, per la prima volta dal porto antico. “Un evento che mette insieme tre aspetti importanti per rilanciare l’immagine della città, lo sport, la cultura e la storia – dice l’assessore comunale alla Cultura e marketing territoriale Barbara Grosso – oltre, naturalmente, al nostro mare”.

“Abbiamo rilanciato la tradizione del palio remiero, che a Genova già esisteva con l’antico palio di San Pietro ma su cui l’attenzione stava scemando, con questo grande evento – spiega Marco Dodero, presidente del comitato organizzatore – che ha l’obbiettivo di raggruppare alcuni degli atleti più rappresentativi del panorama nazionale”. Tra i nomi che daranno lustro agli equipaggi, smistati con un sorteggio, Davide Mumolo e Cesare Gabbia, già nella squadra che parteciperà alle olimpiadi di Tokio 2020.

Dal 1986 le imbarcazioni di rappresentanza sono gozzi nazionali di circa 6 metri in vetroresina e del peso di circa 200 chili. Sfida nella sfida, per determinare l’ordine di partenza delle imbarcazioni ogni rione avrà un podista che percorrerà una distanza di circa 600 metri, da palazzo San Giorgio a calata Mandraccio, per recuperare la fune di trattenuta dell’imbarcazione e sganciarla in modo che il gozzo possa partire.

I gozzi arriveranno venerdì 26 e gli allenamenti, sempre nello specchio acqueo del porto antico, si svolgeranno nella giornata di sabato e nella mattinata di domenica. Alle 16e30, dopo un corteo storico e le gare juniores, ci sarà la sfida dei rioni vera e propria. Alle 17e30 la premiazione sulla tolda della Nave Italia alla presenza del sindaco Marco Bucci.