Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Progetto Atletico fermato dal Montoggio, classifica che si accorcia risultati

Sei squadre in due punti lassù dopo cinque turni che ancora non mettono in evidenza una favorita. Vittorie di carattere per Gol Academy e Fegino

Campionato molto equilibrato quello di Seconda Categoria Girone C con molte squadre racchiuse in pochi punti sia davanti e dietro. Big match di giornata era quello fra Montoggio e Progetto Atletico con quest’ultimo che spreca al 14° il possibile vantaggio anche grazie all’intuizione di Vagge che para il calcio di rigore di Grazzi. Il Montoggio replica al 65° con Rebottaro che infila Launi e porta in vantaggio i biancoblù. La vittoria dei valligiani sfuma solo nel finale quando Spiniello, entrato nel secondo tempo, trova il varco e salva il Progetto Atletico che mantiene così il primato, anche se condiviso, mentre il Montoggio vede sfumare la possibilità di superare proprio gli odierni avversari.

Chi può essere soddisfatto per il risultato fra Montoggio e Progetto Atletico è senza dubbio il Borgoratti che vince in trasferta contro il San Giovanni Battista. Partita che, però inizia in salita per i verderossi che subiscono il gol di Fabrizio Mori dopo appena 10’. La reazione arriva al 27° quando Bozzini pareggia in lob. Nel secondo tempo gli ospiti la decidono in 5’. Al 50° un rigore di Ghigo rappresenta il sorpasso, mentre al 55° Malvisi mette due gol di scarto che piegano definitivamente le resistenze dei biancogialloazzurri. 

Derby fra deluse sul campo del Ravecca che ospitava l’Atletico Genova che è ancora privo dell’allenatore dopo l’addio di Tumminiello. In panca ci va il ds Migliardo. Primo tempo bloccato che regala solo l’emozione del tiro di Tiedo che colpisce la traversa. Nel secondo tempo invece arriva un botta e risposta al 60° con Dassereto che firma l’1-0 Ravecca, ma neanche il tempo di esultare che due minuti dopo l’arbitro assegna un rigore all’Atletico che Greco trasforma. Fase favorevole agli ospiti che premono e al 75° Damiani completa la rimonta. Ravecca punito oltremodo, ma non rassegnato e infatti al 93° ancora Dassereto si dimostra decisivo e fa 2-2, risultato che pare alla fine il più giusto.

Basta un gol al Bavari per piegare le resistenze del Begato, che per la verità meriterebbe anche un pareggio, tanto è vero che il gol giunge solo su calcio di rigore di Pucci nel primo tempo. Poco incisiva la squadra di Raspa in attacco, ma comunque solida dietro, cinico il Bavari che è terzo. 

Il Crocefieschi si prende la rivincita sulla Pro Pontedecimo che in settimana aveva vinto in Coppa Italia e passa al “Grondona” per 0-2. Succede tutto nel finale con il vantaggio che arriva al 73° con un contropiede efficacemente concluso da Morando. Il gol della sicurezza arriva all’85° con un bel colpo di testa di Savaia che la chiude e rilancia i biancoazzurri, mentre i granata restano fermi a quota 6 punti.

Gare con tanti gol infine tra Gol Academy Voltri in una partita che si rivelerà tutt’altro che semplice. Infatti al 10° i voltresi sono avanti grazie all’incornata vincente di D’Aloisio. Al 16°, però gli ospiti pervengono al pareggio con Faraò che viene lanciato a rete ed infila Primerano in uscita. Al 31° tegola per i voltresi perché Fedri rimedia un rosso diretto. Paradossalmente, però i padroni di casa tornano in vantaggio con una punizione di Casu. Si va alla ripresa quando Faraò firma la doppietta al 51° con un colpo di testa che non lascia scampo a Primerano. Il Voltri si chiude in dieci a difesa del punteggio e resiste fino alla fine, ma al 91° Iencinella va giù in area. Per l’arbitro è rigore e Orellana non sbaglia consegnando la vittoria alla Gol Academy.

Gara ricca di gol anche fra Zena e Fegino, ma sono quasi tutte degli ospiti che anche in questo caso vanno sotto dopo dieci minuti per il colpo di testa di Favre, ma pareggiano dopo un solo minuto con Lamonica che calcia di potenza e batte Zamboni. Gli ospiti mettono la freccia alla mezzora quando Lamonica scappa sulla fascia e serve una palla d’oro a De Montis che calcia un rigore in movimento ed è 1-2.

Nel secondo tempo lo Zena prova la reazione, ma è molto confusionaria e non crea grattacapi agli ospiti che sfruttano poi la stanchezza che esce negli avversari e cala prima il tris e poi il poker con Sadiqi che al 73° è rapace sulla corta respinta di Zamboni, poi letale in profondità sull’uscita del portiere.