Cancellate

Presidio con vernice e rullo a San Teodoro, i militanti Pd si danno appuntamento per cancellare le scritte contro Mario Tullo

Erano comparse ieri mattina sulla serranda del garage di casa sua

torrente sturla vegetazione e vipera

Genova. Rulli e vernice in mano, questa il circolo PD di San Teodoro ha organizza in via Bologna, all’angolo con via Forlì, un presidio per esprimere solidarietà a Mario Tullo, già parlamentare del Partito democratico e residente nel quartiere popolare di San Teodoro, e per cancellare le scritte ingiuriose comparse contro di lui e contro il partito ritrovate ieri sulla serranda del suo box.

“Tullo che fai senza vitalizi? Andrai a rubare? Tanto nel Pd già lo fate”, il testo del messaggio, ormai cancellato, che rievocava il recente provvedimento del governo che taglia i vitalizi per gli ex parlamentari e la mancata rielezione dell’ex deputato, scalzato per pochi punti percentuali lo scorso turno elettorale.

“Oggi più di ieri c’è bisogno di confronto leale e civile come modalità per esprimere le proprie idee”, afferma il segretario provinciale Alberto Pandolfo. “Dare del ladro a Mario Tullo è un po’ come credere alle scie chimiche. Solidarietà caro Mario, uomo onesto, compagno serio, amico vero”, commenta il consigliere comunale Alessandro Terrile.

leggi anche
minacce mario tullo diffamazione saracinesca box
Diffamatorio
“Senza vitalizi che fai? Vai a rubare?” Il “messaggio” lasciato sotto casa a Mario Tullo